il network

Sabato 24 Giugno 2017

Altre notizie da questa sezione


DA GRIGIOROSSO

La Cremo conferma due giovani

Avanti con Procopio e Cavion

La Cremo conferma due giovani

Michele Cavion

Ivan Ghigi

Ivan Ghigi

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

I comunicati ufficiali arriveranno più avanti, quando i giocatori torneranno dalle vacanze e potranno firmare gli accordi raggiunti, ma le notizie non mancano e parlano già di mercato. Di conferme in particolare. 

La Cremonese sta già preparando la squadra per la prossima stagione ma prima di arrivare ai nomi nuovi occorre trattare ancora quelli 'vecchi'. Perché qualcuno partirà sicuramente, altri invece resteranno.

E' il caso di Michele Cavion (1994) e Matteo Procopio (1996) che hanno concordato con la Cremonese la permanenza in serie B. Attraverso i loro procuratori, la società grigiorossa ha chiuso i primi 'colpi' dell'estate. Cavion, che andrà in scadenza anche con la Juventus, resterà a Cremona fino al 2019 con opzione sul terzo anno in base ai risultati. Il mediano corona così un sogno: esordire in serie B dopo aver giocato stagioni di Lega Pro lontano dal vertice. Grazie alla Cremonese, Cavion ha disputato il primo campionato ambizioso e adesso vuole godersi la serie B attesa tanti anni. Non solo: Cavion non nasconde le sue origini vicentine (è nato a Schio) e lo storico gemellaggio tra Cremona e Vicenza ha spinto Cavion a puntare su un ambiente che sente famigliare. Il calore della curva, il particolare legame tra i grigiorossi e i veneti, ha spinto il giocatore a sposare la Cremonese. Un fatto di cuore e di colori oltre che di progetti ambiziosi.

Anche Procopio resterà a Cremona per proseguire la propria crescita. Il Torino è d'accordo a lasciare il terzino sinistro in grigiorosso anche se cambierà la formula del prestito. Non sarà secco, ma con opzione. Le società studieranno i dettagli ma Procopio a tutti gli effetti resta un giocatore di Tesser. Matteo era arrivato a Cremona la scorsa estate con uno scudetto Primavera in tasca; al primo anno da professionista ha conquistato la serie B e nel frattempo è cresciuto. Sa spingere sa lottare e sa mettere palloni invitanti a centro area; personalmente aggiungo che dovrà migliorare la fase difensiva ma dallo scorso agosto ad oggi di passi avanti ne ha fatti parecchi. La Cremonese fa puntare su di lui. Anche per il discorso della lista.

In uscita, tra gli over, si segnalano Gemiti e Bastrini. Il primo, rimasto fuori rosa lo scorso gennaio per trattenere Lucchini, piace al Pordenone caso mai la squadra friulana uscisse dalla corsa playoff per la serie B. Il secondo, giunto dal Catania lo scorso gennaio, ha trovato poco spazio in campo causa anche qualche acciacco che non lo ha mai mollato.

Chi altri resta? In pratica quasi tutta la rosa che ben conosciamo. Detto di Cavion e Procopio, che passano da giocatori in uscita a contrattualizzati, nella colonna dei partenti occorre aggiungere accanto a Gemiti e Bastrini anche Bellucci, Ferretti e Talamo. In più si dovrebbe aggiungere Lucchini che ha scelto di chiudere la carriera da calciatore.

La situazione però non è così definita come potrebbe sembrare. In base a come si muoverà il mercato anche la rosa attuale potrebbe cambiare aspetto. Un giocatore oggi sotto contratto potrebbe finire tra i partenti in base a quali acquisti la società riuscirà a fare. Giammarioli ha dichiarato che la base sarà di 14-15 giocatori e che arriveranno tanti under senza ricorrere a prestiti secchi. Le squadre di serie B hanno una rosa di giocatori in media di 28 elementi. Se solo 18 possono essere over, è chiaro che gli under 21 saranno almeno 10 (in parte presi dal vivaio come Bajic e Forni, in parte provenienti da altri club). Non a caso, la Cremonese ha provato a riportare a casa il portiere Battaiola (1996) che però ha rifiutato l'invito per restare al Monza in Lega Pro.

04 Giugno 2017