il network

Martedì 12 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione


DA GRIGIOROSSO

Cremonese, un cammino incoraggiante

Cremonese, un cammino incoraggiante
Ivan Ghigi

Ivan Ghigi

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il Bari ha perso contro l’Entella e quindi salta anche questo tentativo di fuga. Otto squadre raggruppate nel giro di 3 punti: Parma, Bari e Palermo davanti con 29 punti, Cittadella e Frosinone a 27, sesto, settimo e ottavo posto per Empoli, Cremonese e Venezia a quota 26. Dietro si sta creando un certo distacco, solo il Carpi prova a restare nella scia del treno playoff.

La Cremonese è rimasta attaccata con le unghie grazie alla zampata di Paulinho che ha stoppato lo Spezia e ha riportato allo Zini un successo che mancava dallo scorso 21 ottobre.

Sul campo si è rivista una Cremonese solida, organizzata e mai sbilanciata. Contro lo Spezia è stata una sfida a scacchi interessante, condotta sul filo dell’equilibrio anche se i grigiorossi hanno prodotto più occasioni rispetto ai liguri. Al netto delle recriminazioni per qualche errore arbitrale, in egual misura da una parte e dell’altra, la scossa alla gara è arrivata quando davanti sono entrati estro, tecnica e fantasia. A volte una partita non trova sbocchi con i suoi titolari, ma sappiamo bene che a Cremona spesso il gol arriva dalla panchina. A firmarlo Paulinho, bomber dai gol mai scontati o banali, ma i minuti finali sono stati animati anche dall’imprevedibilità di Castrovilli, un giovanotto che se vuole porta a spasso un’intera difesa e poi inventa il suggerimento che non ti aspetti. Per una volta, l’arma in più di Tesser non è stata l’organizzazione ma l’invenzione, quella del bomber brasiliano che adesso va protetto gelosamente.

Il brutto infortunio di Mokulu (stagione finita, auguri Big Ben) limita le scelte di Tesser e obbliga a portare Paulinho sano fino alla sosta natalizia. Il mercato farà il resto ma è chiaro che adesso sarà necessario il contributo di tutti gli attaccanti e il brasiliano, appena, recuperato, dovrà essere gestito bene.

A quattro gare dal giro di boa, la Cremonese sta facendo una gran bella corsa e strada facendo si avranno idee più chiare sul futuro. Avanti così, o ci saranno le condizioni per qualche azzardo in più?

03 Dicembre 2017