il network

Giovedì 14 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione


L'ETOLOGO DI PROVINCIA

Canada: fossile straordinario di nodosauro

Canada: ritrovato dinosauro meglio conservato
di provincia L'etologo

di provincia L'etologo

Biografia

Il Regno degli animali ha suscitato, nel corso del tempo, un grande interesse nell'animo umano. Dai tempi di Aristotele fino a quelli più recenti di Lorenz, questi esseri viventi sono stati studiati e analizzati grazie al gran numero di ore spese nella loro osservazione. Da queste analisi si  sviluppata un altra disciplina, l'etologia o studio del comportamento animale, che ha fatto luce sull'evoluzione del comportamento umano e non.

Questo blog tratta del comportamento animale, con articoli che permettono di riflettere sulle azioni e sulle possibili emozioni di queste fantastiche creature viventi che chiamiamo semplicemente "animali".

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Una scoperta sconvolgente ha scosso gli amanti di dinosauri di tutto il mondo! Dopo il grande ritrovamento della penna di dinosauro in un'ambra (2015), arriva quello di un intero dinosauro, conservato quasi perfettamente!

La teoria del perché sia avvenuta questa importante conservazione è quella che il povero nodosauro sia stato travolto da una piena e trascinato sul fondale oceanico. I fanghi e l'ambiente avrebbero sostituito, pian piano, i tessuti e i rivestimenti sarebbero stati sostituiti dai minerali circolanti, per formare quello che abbiamo oggi: un fossile straordinario.

Il fossile è stato scoperto in Canada, vicino a Fort McMurray (Stato di Alberta), da un operatore della miniera. Lo studio di paleontologi e ricercatori ha portato alla luce che quel straordinario fossile ha circa 110 milioni di anni. I resti apparterrebbero alla specie Nodosaurus textilis, nota comunemente come nodosauro.

Un evento sicuramente sensazionale e molto, molto raro! Questi particolari resti conferiscono una visione più reale e meno immaginaria di come siano stati veramente i dinosauri al loro tempo. Non è difficile, infatti, che molte rappresentazioni siano di fantasia , basate su poche testimonianze fossili o comunque su resti ossei che il più delle volte non gli conferiscono una dettagliata morfologia esterna. Trovando questi fossili possiamo costruire dettagliatamente la vita di un determinato dinosauro. Mi viene in mente, per esempio, un fossile, ritrovato nel deserto del Gobi, di due dinosauri, un predatore (Velociraptor) e un erbivoro (Protoceratops), inglobati nelle sabbie mobili. Il resto ritrae chiaramente una azione ostile, e descrive quindi una classica scena di predazione.

23 Maggio 2017