il network

Venerdì 22 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Avis, "bene così ma servono più donatori"

L'appello del presidente Fernanda Somenzi durante la festa sociale

CASALMAGGIORE - “Due anni fa, quando abbiamo celebrato il 60esimo dalla fondazione, abbiamo superato le 100.000 donazioni effettuate e oggi siamo in equilibrio tra iscritti e dimessi, ma non è sufficiente. Quando festeggeremo il 65esimo, vorremmo comunicare che il numero dei nuovi donatori iscritti è doppio rispetto a quello dei dimessi”. Questo l’auspicio espresso ieri mattina dal presidente Fernanda Somenzi durante la festa sociale della sezione Avis di Casalmaggiore, nell'ambito della quale sono stati premiati 17 donatori che hanno raggiunto le 120 donazioni (distintivo d’oro e diamante), 28 con 100 (distintivo d’oro e smeraldo), 59 con 75 (distintivo d’oro e rubino), 97 con 50 (distintivo d’oro).

Dopo il presidente, sono intervenuti complimentandosi con i donatori il sindaco Claudio Silla, ("grande ammirazione verso di voi. In un momento in cui anche al massimo livello non vengono dati grandi segnali, le persone concrete come voi fanno la differenza"), il vicepresidente della Provincia Filippo Bongiovanni ("vedere voi così uniti e decisi è una base di partenza per avere progetti sempre più grandi. Volere è potere"), Mara Calzolari, presidente della sezione Avis di San Giacomo delle Segnate, paese terremotato ("grazie all'Avis di Casalmaggiore, che ci ha aiutato da subito"), e Federica Deledda, comandante provinciale della polizia stradale ("abbiamo un tratto comune con i volontari Avis, lo spirito di servizio").

Poi le premiazioni alle Avis consorelle presenti e ai donatori.

Prima della cerimonia, la Banda della Estudiantina ha eseguito alcuni applauditi brani musicali: in apertura e chiusura l'Inno di Mameli.

Approfondimento sull'edizione cartacea in edicola lunedì 22 aprile

21 Aprile 2013