il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Music International Festival

Casalmaggiore non basta più

I concerti 'diffusi' fanno il pieno. Porzani: eventi per tutto il territorio. Oltre 300 persone assistono alla serata conclusiva

CASALMAGGIORE — Pubblico in crescita, docenti e studenti soddisfatti, 44 concerti (50 con le masterclass ‘aperte’) sempre di alto livello. Con questi ingredienti, il bilancio del 17esimo Casalmaggiore International Music Festival non può che essere più che positivo. Come, d’altronde, conferma Angelo Porzani, presidente degli ‘Amici del Casalmaggiore International Music Festival’ dopo il grande successo del concerto finale di gala che domenica sera ha richiamato oltre 300 persone in piazza Marini, sul sagrato del Duomo. «Siamo davvero contenti», afferma Porzani. «E’ sempre arrivata gente da tante parti. Al Museo Diotti abbiamo avuto 280-300 presenze. E al Museo del Violino di Cremona abbiamo toccato probabilmente il punto più alto dell’intera storia del festival. Anche i musicisti e i docenti sono rimasti entusiasti. Penso che in giro per il mondo trasmetteranno, nel loro ambito, una immagine estremamente positiva del nostro territorio. Saranno un formidabile veicolo pubblicitario». 

Anche quest’anno sono stati assegnati i premi ‘Taras Gabora’ per le migliori performance. Vincitori Andreas Eggertsberger, Agnes Langer, Georgy Tchaidze, Melody Ye Yuan, Doreen Dasol Yun.

Approfondimento sul giornale in edicola martedì 30 luglio

29 Luglio 2013