il network

Giovedì 14 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


2 ottobre

Stanco di ponti chiusi e cantieri eterni. In certi casi si deve lavorare 24 ore su 24

Stanco di ponti chiusi e cantieri eterni. In certi casi si deve lavorare 24 ore su 24

Signor direttore,
in un Paese civile quando vi sono degli inconvenienti che fanno perdere milioni di euro in perdite di tempo e oltretutto che fanno arrabbiare (per non dire di peggio) i cittadini (pardon, sudditi) si dovrebbe lavorare 24 ore su 24 a turni e non (quando per sbaglio c’è qualcuno) dalle 8 a 12 meno un quarto e dalle 14 alle 17 meno un quarto dato che finiscono sempre prima, devono lavarsi le mani.
Non è ora che i prefetti interessati si diano una mossa e obblighino chi è incaricato della manutenzione dei ponti a far fare nel minor tempo possibile questi interventi. Se fossimo in Germania, in Francia o Svizzera i dirigenti di questi interventi sarebbero già stati licenziati. Ma qui siamo in Italia ormai diventata Paese di seconda o forse di terza fascia.
Mario Feraboli
(Cremona)

È giusto intervenire per effettuare i lavori di manutenzione ma non è accettabile che tali interventi si protraggano oltre i tempi previsti creando disagi insostenibili per gli utenti.