il network

Giovedì 14 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


INIZIATIVE

"Come ti vedono gli altri", tributo a Luigi Tenco, a 50 anni dalla tragica scomparsa

Cd in allegato al giornale «La Provincia», al prezzo di 8,80 euro + il costo del quotidiano.

"Come ti vedono gli altri", tributo a Luigi Tenco, a 50 anni dalla tragica scomparsa

E’ in vendita in abbinata a «La Provincia» al prezzo di 8,80 euro più il costo del quotidiano il cd Come ti vedono gli altri, tributo a Luigi Tenco a cinquant’anni dalla tragica scomparsa. Si tratta dell’album voluto da Mauro Ottolini, che ha raccolto sul palco del Premio Tenco a Sanremo prima e poi su quello perugino di Umbria Jazz diversi artisti che hanno reinterpretato le canzoni dell’artista ligure-piemontese. Edito da Azzurra Music, nel cd cantano: Gino Paoli (Mi sono innamorato di te), Daniele Silvestri (Una brava ragazza), Alberto Fortis (Ciao amore, ciao), Mauro Ottolini (Ballata della moda), Petra Magoni (Io lo so già), Edda (Un giorno dopo l’altro), Karima (Ragazzo mio), Rossana Casale (Padroni della terra), Roy Paci (Giornali femminili), Renzo Rubino (Quando), Vanessa Tagliabue Yorke (Ho capito che ti amo), Bocephus King (Un giorno di questi ti sposerò) e Kento e Dj Fuzzten (Io sono uno (che la pensa come te). Fra i brani del cd non ci sono soltanto i più noti e amati del cantautore, ma è stato dato spazio a molte composizioni meno conosciute dal grande pubblico.

Ci sono canzoni famose, altre meno note. Ci sono canzoni in cui Tenco canta il suo antimilitarismo, altre in cui canta l’amore. Ruvido, complicato, a modo suo insomma. La notte prima del funerale dell’amico, De André scrisse di getto Preghiera in gennaio. Si rivolse direttamente a Dio: «Meglio di lui nessuno/mai ti potrà indicare/gli errori di noi tutti/che puoi e vuoi salvare.//Ascolta la sua voce/che ormai canta nel vento/Dio di misericordia/vedrai, sarai contento».


E’ trascorso mezzo secolo dalla morte di Luigi Tenco: il 27 gennaio 1967, a soli 29 anni, il cantautore moriva nella sua stanza all’Hotel Savoy di Sanremo dopo aver presentato la sua Ciao Amore Ciao alla diciassettesima edizione del Festival della Canzone Italiana, che allora si teneva nel Salone delle Feste del Casinò. Misteri e dubbi a parte (fu suicidio oppure no) la sua figura e la sua musica non sono mai state dimenticate.

14 Ottobre 2017