il network

Venerdì 23 Giugno 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Elezioni regionali, il centrodestra vince in città ma si riduce

Nel territorio prevale il centrosinistra

Elezioni regionali, il centrodestra vince in città ma si riduce

Un seggio di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE —Centrodestra ancora una volta vincente alle regionali a Casalmaggiore , ma con un corposo arretramento in percentuale rispetto alle elezioni che, nel 2010, riportarono Roberto Formigoni per l’ultima volta alla guida del Pirellone. Allora l’alleanza Pdl-Lega nel voto al presidente conquistò nel capoluogo casalasco il 54,61%, questa volta si ferma al 41,22 per cento (3.387 voti). Tre anni fa (era la fine di marzo) il Pdl aveva il 27.95% e il Carroccio raggiunse un clamoroso 27.53%. Il Movimento 5 Stelle non ripete l’exploit delle elezioni parlamentari (19.59 al Senato e 22.79 alla Camera) fermandosi stavolta al 16,71. 

Panorama articolato nel Casalasco -Piadenese, con una prevalenza di Umberto Ambrosoli. A Piadena, secondo centro per importanza dopo Casalmaggiore, netta vittoria di Umberto Ambrosoli con il 47,21% (967 voti); secondo Roberto Maroni con il 37,64 (771 voti), terza Silvana Carcano con l‘11,47 (235 voti). Gabriele Albertini arriva quarto con il 2,92 (60 voti). Carlo Pinardi 0,73 (15). Nelle Regionali del 28 marzo 2010 Roberto Formigoni prese il 45,97% (840 voti) e Filippo Penati il 40,99 (749). A Piadena Ivana Cavazzini del PD ha preso ben 349 preferenze. A Gussola vince Maroni con il 42,16; Ambrosoli al 39,80. Carcano al 15,17. 

Ampi servizi sul giornale in edicola mercoledì 27 febbraio

27 Febbraio 2013