il network

Lunedì 21 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


BOZZOLO. LA VISITA DEL PAPA

"Don Primo prete povero, non povero prete"

Il Papa - che ha salutato tutti, regalando abbracci, strette di mano, prestandosi anche a fare qualche selfie - ha così definito nella sua omelia don Mazzolari

"Don Primo prete povero, non povero prete"

BOZZOLO - Puntualissimo, Papa Francesco è atterrato alle 8,55 al campo sportivo di Bozzolo. Preceduto dalle moto della polizia stradale e dalle vetture di scorta, seduto di fianco al conducente, ha salutato le persone assiepate lungo il percorso tenendo il finestrino abbassato. In piazza Mazzolari ha salutato tutti, regalando abbracci, strette di mano, prestandosi anche a fare qualche selfie. Sempre con un grande sorriso. Accolto da applausi e cori. Altri saluti e applausi in chiesa prima del saluto del vescovo Antonio Napolioni che ha annunciato che dal 18 settembre comincerà il processo diocesano per la beatificazione di don Mazzolari. Il Pontefice ha quindi pronunciato il suo intervento intenso facendo tanti riferimenti a don Primo Mazzolari: "Un prete povero, non un povero prete. Cari amici, vi ringrazio di avermi accolto oggi, nella parrocchia di don Primo. Siate orgogliosi di aver generato 'preti così', e non stancatevi di diventare anche voi 'preti e cristiani così', anche se ciò chiede di lottare con sé stessi, chiamando per nome le tentazioni che ci insidiano, lasciandoci guarire dalla tenerezza di Dio. Se doveste riconoscere di non aver raccolto la lezione di don Mazzolari, vi invito oggi a farne tesoro".

Quindi la visita alla casa parrocchiale e poi la partenza dal campo sportivo in elicottero per Barbiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

20 Giugno 2017