il network

Martedì 13 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Sisma, 1milione e 300mila euro al territorio Oglio Po

L'annuncio da parte dell'assessore regionale alla Cultura, la soncinese Cristina Cappellini

Sisma, 1milione e 300mila euro al territorio Oglio Po

La chiesa di Cogozzo di Viadana

L'’annuncio è arrivato martedì alle 13.45 dall’'assessore regionale alla Cultura, identità e autonomie, la soncinese Cristina Cappellini, giusto un paio d’ore dopo dopo la firma del decreto: sul territorio Oglio Po arriverà quasi un milione e 300mila euro dal fondo di rotazione 2013 destinato alla ‘valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale per interventi ricadenti nei territori comunali lombardi colpiti dal sisma del maggio 2012’. In totale sono stati ripartiti 7 milioni e 383mila euro, la maggior parte dei quali nelle zone del Basso Mantovano e dell’Oltrepo, le più colpite dal cosiddetto terremoto dell’Emilia. Ma anche l’Oglio Po casalasco e viadanese ha avuto la sua ‘fetta’ importante di risorse per sostenere la riparazione dei danni (ingenti) subìti da chiese, edifici pubblici e monumenti del patrimonio storico-architettonico. 
Il Comune di Casalmaggiore ha ottenuto 55mila euro (il 25% a fondo perduto, il 75% a rimborso) per il restauro architettonico, il ripristino funzionale e la messa in sicurezza del palazzo dell’ex Pretura, oggi comando della polizia locale. Al consolidamento e restauro conservativo di tetto e strutture murarie della parrocchiale dei santi Abdon e Sennen a Casteldidone sono andati poco più di 232mila euro. Altissimo (secondo su 27) il punteggio ottenuto dal progetto per il restauro e consolidamento sismico della Galleria degli Antichi presentato dal Comune di Sabbioneta: concessi 305.653 euro (tutti quelli richiesti) per un costo complessivo d’intervento di 436.647 euro. 
Il finanziamento più corposo è andato alla parrocchia di Cogozzo per il restauro e consolidamento sismico della chiesa intitolata agli apostoli Filippo e Giacomo, l’immobile che in effetti aveva patito i maggiori effetti delle scosse con conseguente chiusura al culto. Restando nel Mantovano, doppio contributo a Pomponesco: 185.738 euro alla parrocchia per il monitoraggio, consolidamento strutturale e restauro degli archi e della muratura della chiesa, sistemazione del sottotetto e rifacimento del tetto; 172.601,80 euro alla fondazione Mazzucchini, che gestisce la casa di riposo, per i restauri e il consolidamento strutturale della chiesa della Beata Vergine e del Buon Consiglio.

Approfondimenti su La Provincia in edicola mercoledì 10 luglio

10 Luglio 2013