il network

giovedì 02 ottobre 2014

Altre notizie da questa sezione

in corso:


VIADANA

Penazzi: 'I vigili del fuoco non sono a rischio'

Il primo cittadino chiarisce alcuni aspetti relativi alla polemiche sorte intorno alla realizzazione di una nuova caserma

Penazzi: 'I vigili del fuoco non sono a rischio'

I vigili del fuoco di Viadana

VIADANA - Torna al centro dell'attenzione la vienda della realizzazione di una caserma dei vigili del fuoco a Viadana. In particolare, il sindaco Giorgio Penazzi, tiene a tranquillizzare i cittadini sul fatto che la presenza dei pompieri nella cittadina non è a rischio.

"Voglio chiarire alcuni aspetti che, con molta probabilità, sono stati mal interpretati dalla stampa, probabilmente a causa dell’intenso dibattito politico che si è scatenato sull’argomento. Ribadisco, così assicurando e rinfrancando i nostri cittadini, che le sorti del nostro distaccamento di vigili del fuoco effettivi (non si tratta infatti di vigili volontari), al momento, non sono a rischio in quanto tale unità d’emergenza è attualmente operativo al 100%. Questo fatto è testimoniato dai numerosissimi interventi sul territorio a cui essi, giornalmente, sono chiamati"

Il primo cittadino entra poi nel merito dei costi. "I costi di questo servizio sono rilevanti; più precisamente, il costo annuo del personale composto da più di 30 vigili operativi 24 ore su 24, a carico del ministero dell’Interno, ammonta a circa  1,5 milioni di euro, mentre i costi d’affitto, luce e riscaldamento, a carico dell’amministrazione comunale di Viadana, ammontano a circa 75mila euro per anno. Il progetto di voler realizzare una nuova caserma secondo le prescrizioni ministeriali stipulando una apposita convenzione di comodato con il ministero degli interni della durata necessaria all’ammortamento del mutuo (20 anni), potrebbe creare i presupposti di un ulteriore radicamento del servizio e di una sua razionalizzazione a livello comprensoriale (Oglio-Po). Questa idea potrebbe essere considerata altresì una scelta di sicurezza del mantenimento per il prossimo futuro del servizio dei vigili del fuoco per il nostro comprensorio  più che provvida e se noi ci prefiguriamo i probabili tagli che lo stato centrale effettuerà a livello dei servizi pubblici. In considerazione delle esigenze del comune di Viadana, obbligato come gli altri comuni, a tagliare spese e ridurre i costi di gestione, questo progetto dovrà essere realizzato senza gravare ulteriormente sulla spesa del bilancio comunale di Viadana, cercando la collaborazione tra i comuni utenti al fine di renderli partecipi anch’essi dei costi di gestione e di investimento. Diventa estremamente complesso e al momento impossibile per il nostro comune , visto il patto di stabilità vigente, programmare investimenti di centinaia di migliaia di euro che, in vigenza di tale istituto, mai potranno essere realizzati".

Ed ecco le soluzione prospettate da Penazzi. "Si stanno studiando modalità alternative quali l’appalto costruzione e gestione e/o il project financing che, al momento, non hanno ancora trovato ancora la soluzione del problema. Una cosa certa è che sarà opportuno proseguire a dialogare con i comuni vicini interessati dagli interventi dei vigili del fuoco del dipartimento viadanese per sensibilizzarli sul problema poiché anch’essi interessati e fruitori di un servizio ormai ritenuto, da tutti, indispensabile e irrinunciabile. Data l’importanza del problema ho incaricato il capogruppo Pd Paolo Zanazzi per svolgere una paziente opera di coinvolgimento delle forze politiche dei comuni vicini in ausilio all’amministrazione comunale per condividere con essi la gestione dell’emergenza di cui i vigili del fuoco ne sono al centro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000