il network

Sabato 29 Aprile 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CASALMAGGIORE

Gelicidio, sindaco e vice: 'Difficile riuscire a intervenire'

Anche il territorio del Casalasco ha pagato dazio con incidenti e cadute dovute al ghiaccio

Gelicidio, sindaco e vice: 'Difficile riuscire a intervenire'

CASALMAGGIORE - Cadute, incidenti e disagi. Anche Casalmaggiore e il territorio del Casalasco Oglio Po hanno pagato dazio alla gelata della notte tra giovedì 12 e venerdì 13 gennaio. Un fenomeno chiamato 'gelicidio'.

Uno dei tanti fenomeni suggestivi della natura e, al tempo stesso, anche piuttosto pericoloso. Fenomeno raro che si verifica solo in particolari e improvvisi mutamenti sulla colonna termica. E' successo su tutta la Pianura padanai.

La precipitazione in origine, ad alta quota, parte in forma nevosa. Il fiocco, cadendo, attraversa strati di aria via via più caldi man mano che perde quota, fino a trovarsi in un ambiente in cui la temperatura supera gli 0° ed inizia la sua fusione in goccia di pioggia nell’ avvicinamento verso il suolo, torna a cadere in ambiente sotto zero, a causa delle forti inversioni termiche prossime a terra. E' in questo momento che sulle strade, automobili, alberi e su tutte le superfici su cui si deposita viene a crearsi uno strato di ghiaccio più o meno consistente chiamato vetrone. Un fenomeno molto pericoloso per la circolazione stradale a causa della scarsissima aderenza per auto con qualunque tipo di pneumatico, ma anche e soprattutto per pedoni e ciclisti.

"Viste le caratteristiche del gelicidio - spiegano il sindaco Filippo Bongiovanni e il suo vice Giovanni Leoni -  diventa quasi impossibile individuare con esattezza il momento in cui intervenire, in quanto un intervento preventivo con 'sale' viene vanificato dal dilavamento dovuto dalla pioggia, finché la stessa non gela realmente al contatto del suolo, mentre l’intervento puntuale ha necessità di un certo tempo per mostrare gli effetti. Si deve intervenire ad affrontare l’emergenza solo nel momento in cui si presenta: i tempi minimi di intervento sono di mezz’ora per poi allargare l’operazione su tutto il territorio. Nell’arco di trenta minuti dalle 7.15 i contoterzisti e gli operai comunali sono partiti nella distribuzione del sale, che su un territorio vasto come il nostro si è protratto per la mattinata. Per i prossimi giorni, valutato e verificato il confermarsi purtroppo del fondo bagnato generatosi da oggi sulle strade, nelle primissime ore della mattinata saranno continuati gli spargimenti di sale. Si raccomanda la massima attenzione in ogni caso su strade e marciapiedi, essendo umanamente impossibile raggiungere tutti i punti della città e delle frazioni. Chi non ha necessità di andare al lavoro, a scuola o ad appuntamenti urgenti, è invitato ad evitare rischi e a posticipare le uscite almeno nella tarda mattinata".

13 Gennaio 2017