il network

Sabato 18 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Punto nascita, chiusura estiva: 'Il servizio sarà mantenuto'

Il comitato per la difesa dell’Oglio Po si appella al dg Rossi per la salvaguardia, giunta la conferma nel corso del vertice fra i sindaci, i sindacati e Asst

Punto nascita, chiusura estiva: 'Il servizio va mantenuto'

CASALMAGGIORE - Novità sul Punto Nascita dell’Ospedale Oglio Po. Giovedì 10 maggio, per affrontare il tema, si sono incontrati presso la sala giunta del Comune di Casalmaggiore, a seguito di una richiesta sindacale, i sindaci di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e di Viadana Giovanni Cavatorta, la direzione strategica della Asst di Cremona, nelle persone del direttore generale Camillo Rossi, del direttore socio sanitario Paola Mosa, del direttore amministrativo Alessandra Bruschi e le organizzazioni sindacali Cgil Cisl e Uil con Monica Vangi, Monica Manfredini e le Funzioni Pubbliche di Cgil, Cisl e Uil, Sabrina Negri, Roberto Dusi e Fulvio Corbari, oltre all’esponente FNP CISL Pietro Bolzoni. «Il direttore generale - spiega Bongiovanni - ha assicurato le parti in merito alla volontà di mantenere attivo il punto nascite anche durante i mesi estivi, facendo ricorso a tutti gli strumenti utili a garantire il servizio».

Intanto, nel corso di una conferenza stampa tenuta nella redazione de ‘La Provincia’ di via Pozzi, quattro esponenti del comitato per la difesa e il rilancio dell’ospedale Oglio Po guidati da Luigi Borghesi, ex primario di Anestesia e Terapia intensiva e vicepresidente dell’associazione Amici dell’ospedale, la portavoce Annamaria Piccinelli, Irene Ghezzi e Gloria Barili, avevano espresso profonda preoccupazione per la «paventata chiusura del Punto Nascita dell’ospedale Oglio Po».

Quanto emerso dalla riunione ha rassicurato i timori del comitato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Maggio 2018