il network

Martedì 21 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Via Baldesio, è subito polemica: 'Questionario senza privacy'

"Le risposte vanno consegnate agli esercenti, così si può risalire a chi le ha compilate"

Via Baldesio, è subito polemica: 'Questionario senza privacy'

Uno scorcio di via Baldesio recentemente oggetto di un profondo intervento di riqualificazione

CASALMAGGIORE - Sono arrivati in questi giorni, a ciascuna famiglia residente in via Baldesio, i questionari spediti dal codiddetto ‘facilitatore di comunità’, collaboratore esterno del Comune che ha il compito di raccogliere informazioni — anche in merito al grado di soddisfazione rispetto all’intervento di riqualificazione effettuati nella via — e sensibilizzare la popolazione verso la partecipazione e la gestione degli spazi pubblici. La figura del ‘facilitatore’ è espressamente prevista dal progetto ‘Casalmaggiore: comunità coesa solidale e sostenibile 2.0’ co-finanziato dalla Fondazione Cariplo e che è incentrato proprio sulla riqualificazione dell’unica Zona 30 del centro storico. Il questionario è composto da 15 domande: 10 con risposte multiple prefissate e cinque a risposta aperta. Come era inevitabile, viste le polemiche e le discussioni (‘feroci’ sui social, come purtroppo spesso avviene) che hanno accompagnato i lavori dei primi due lotti dell’intervento, anche il questionario non è caduto nell’indifferenza. Più di una persona ci ha fatto notare che — nonostante nelle note accompagnatorie venga sottolineato che il questionario è anonimo a garanzia della libera espressione della propria opinione — la modalità di riconsegna del modulo non sia esattamente garanzia di privacy e anonimato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Giugno 2018