il network

Martedì 19 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


SAN GIOVANNI IN CROCE

Auto esce di strada e prende fuoco, donna muore carbonizzata

Auto esce di strada e si incendia, donna muore carbonizzata

SAN GIOVANNI IN CROCE Muore carbonizzata nell'auto uscita di strada. Il terribile incidente stradale è avvenuto poco prima dell'una di notte, martedì 12 giugno, lungo la provinciale 343 Asolana, alle porte di San Giovanni in Croce. 

A bordo di una Ford Festa viaggiavano R.C.U., un ragazzo di 23 anni, residente a Rivarolo Mantovano e una ragazza. La vettura, proveniente da Piadena, si stava dirigendo verso San Giovanni in Croce. All'altezza del chilometro 37 + 200, affrontando una curva sinistrorsa, la Fiesta è uscita sulla sua destra uscendo dalla carreggiata, ha percorso una ventina di metri sul ciglio erboso, ha urtato violentemente una spallina di cemento di un 'ponticello' di collegamento tra la provinciale e i campi, si è ribaltata ed è finita dentro un fosso. 

Il giovane, pur ferito, è riuscito ad uscire dall'abitacolo, ad andare in strada e a chiamare aiuto. Una circostanza che ha provocato un tamponamento tra due auto, occupate da stranieri, che stavano viaggiando in direzione Piadena. Una Fiat Multipla, con a bordo dei kosovari, ha rallentato per sentire che cosa stesse accadendo e una Nissan l'ha tamponata: nessun ferito, solo spavento. 

Nel frattempo la Ford ha preso fuoco, con all'interno la ragazza, che con ogni probabilità era morta sul colpo. Sul posto, in pochi minuti, è giunta una pattuglia della polizia stradale di Casalmaggiore, oltre all'autoambulanza della Padana Soccorso che ha portato il 23enne in codice giallo all'ospedale di Cremona. A spegnere le fiamme dell'auto, andata completamente distrutta, sono stati i vigili del fuoco di Cremona, giunti con due mezzi, supportati dai vigili del fuoco del distaccamento volontari di Drizzona.

La circolazione sulla 343 è stata bloccata da un'auto dei carabinieri di Gussola all'altezza della rotonda di Piadena e a San Giovanni, all'incrocio per Casteldidone, dai militari di Rivarolo del Re e del radiomobile di Casalmaggiore. I resti del corpo sono stati recuperati dagli uomini dell'impresa di onoranze funebri Giani e portati all'obitorio dell'ospedale Oglio Po per l'identificazione ufficiale. A bordo della vettura si trovava anche un cane, di taglia medio-piccola, pure morto nell'impatto e sbalzato fuori dall'abitacolo. La Ford è stata recuperata dall'autogru dei vigili del fuoco di Cremona e depositata sul camion del soccorso Aci-Acma di Martignana di Po.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Giugno 2018