il network

Mercoledì 22 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SAN GIOVANNI IN CROCE. L'INCIDENTE

La donna morta carbonizzata è una 21enne

Si chiamava Xhoana Prenga e abitava in paese

La don a morta carbonizzata è una 22enne

SAN GIOVANNI IN CROCE - Si chiamava Xhoana Prenga, aveva 21 anni non ancora compiuti, era di origini albanesi e abitava a San Giovanni la ragazza vittima del terribile incidente stradale avvenuto poco prima dell’una di notte, martedì (12 giugno 2018), lungo la provinciale 343 Asolana.

L’auto su cui si trovava è uscita di strada ed ha preso fuoco, con lei, presumibilmente morta sul colpo, all’interno. Oxana viaggiava sul sedile del passeggero a bordo della Ford Fiesta condotta da R.C.U., un 23enne, residente a Rivarolo Mantovano, con cui aveva un legame di parentela. La vettura, proveniente da Piadena, si stava dirigendo verso San Giovanni. All’altezza del chilometro 37 + 200, affrontando una curva sinistrorsa, a nord del centro abitato, la Fiesta ha tirato dritto. Fuori dalla carreggiata la macchina ha percorso una ventina di metri sul ciglio erboso, ha urtato violentemente — frantumandola in più punti — una spallina di cemento di un ‘ponticello’ di collegamento tra la provinciale e i campi, si è ribaltata ed è finita dentro un fosso contro una pianta. Il giovane, pur ferito, è riuscito ad uscire dall'abitacolo, ad andare in strada e a chiamare aiuto. Una circostanza che è stata alla base di un piccolo tamponamento tra due auto, occupate da stranieri, che stavano viaggiando in direzione Piadena. Alcuni kosovari a bordo di una Fiat Multipla hanno rallentato per sentire che cosa stesse accadendo e una Nissan che la seguiva l’ha tamponata: nessun ferito, solo spavento.

Nel frattempo la Ford ha preso fuoco. Sul posto, in pochi minuti, è giunta la polizia stradale di Casalmaggiore, oltre all’autoambulanza della Padana Soccorso che ha portato il 23enne in codice giallo all’ospedale di Cremona, dove si trova ricoverato. Strada bloccata fino alle 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Giugno 2018