il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


ASOLA

Sei arresti per caporalato

I militari sono intervenuti in due aziende agricole gestite da cittadini del Bangladesh: gli operai hanno dichiarato di lavorare 12-13 ore al giorno

Sei arresti per caporalato

ASOLA - L'operazione è scattata all’alba di giovedì 16 agosto ad Asola,  presso  un vasto campo agricolo coltivato ad ortaggi. I militari sono intervenuti in due aziende agricole gestite da cittadini del Bangladesh, operanti nel settore della coltivazione e commercializzazione di zucchine. Dopo aver bloccato le vie di fuga, i militari hanno fermato e identificato 42 operai, di cui 24 privi di regolare contratto di lavoro, tutti sorpresi nelle operazioni di raccolta degli ortaggi e controllati a vista da tre cittadini bangladesi incaricati della “vigilanza“. I lavoratori, tutti richiedenti asilo, in regola per quanto riguarda la permanenza sul territorio nazionale, sono stati ascoltati dai militari ai quali hanno dichiarato di lavorare mediamente 12/13 ore al giorno  e di percepire una paga oraria di 3 euro all’ora.

Nel verificare le condizioni alloggiative dei braccianti è stato accertato, tra l’altro,  che  gran parte di essi vivevano presso fatiscenti roulottes e camper, con un unico bagno per oltre 25 persone, il tutto appositamente allestito dallo stesso  proprietario del terreno in un’area adiacente ai campi coltivati.

Dopo aver verbalizzato le dichiarazioni di tutti i braccianti, i militari hanno proceduto all’arresto di 6 persone, ritenute responsabili, in concorso tra loro, del reato di caporalato. Gli elementi probatori raccolti dai militari operanti e condivisi dall’Autorità Giudiziaria, hanno consentito di trarre in arresto le sei persone, di cui 5  bengalesi e un italiano del luogo.

Tutti gli arrestati sono stati accompagnati nel carcere di Mantova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il Prefetto di Mantova, Sandro Lombardi, ha espresso il suo vivo apprezzamento al Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, Colonnello Fabio Federici, per la brillante operazione di servizio e peri i positivi obiettivi conseguiti finalizzati a contrastare le situazioni lavorative irregolari nel campo dell’agricoltura, che portano troppo spesso a ledere la dignità degli stessi lavoratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Agosto 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/08/18 - 11:11

    Che i 5 bengalesi abbiano sbagliato latitudine ci sta , ma l'italiano ? Del luogo ? Ma ........... !

    Rispondi