il network

Domenica 16 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE. PUNTO NASCITA

Il Tar di Brescia 'tace', Oglio Po in ansia per la decisione sulla ‘sospensiva’

Decisione presa, serve il tempo materiale per scrivere i provvedimenti e pubblicarli

Punto nascita, cadono le ultime speranze

CASALMAGGIORE - Niente da fare. Nessuna notizia, oggi giovedì 15 novembre 2018, dal Tar di Brescia in merito all’ordinanza sulla richiesta di sospensiva cautelare della delibera con cui la giunta regionale lombarda ha stabilito la chiusura del punto nascita dell’ospedale Oglio Po, richiesta presentata da ventuno sindaci insieme al ricorso nel merito.

Ma il 'silenzio' è stato svelato dall'avvocato incaricato dai Comuni casalaschi e viadanesi, Antonino Rizzo di Cremona: «Ritengo che i giudici la loro decisione l’abbiano già presa nella lunga camera di consiglio seguita, mercoledì, alle udienze con le parti. Semplicemente il 14 è stata una giornata di fuoco, con tantissimi ricorsi a ruolo, molti di più della media. Dunque, serve il tempo materiale per scrivere i provvedimenti di ordinanze e sentenze, pubblicarli e notificarli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Novembre 2018