il network

Giovedì 18 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA STORIA

Turlea da Casalmaggiore alla missione in Somalia

Un anno dopo il ritiro con la Pomì, la pallavolista romena ha girato il mondo: «Amo viaggiare, ma ho trovato negli occhi dei bambini poveri un amore incredibile»

Turlea da Casalmaggiore alla missione in Somalia

Carmen Turlea con la maglia della Pomì Casalmaggiore

CASALMAGGIORE (16 aprile 2019) - Cosa uniscono la Romania, Casalmaggiore, l’Himalaya, il Marocco, la Patagonia e la Somalia? Difficile trovare una risposta, ma basta guardare Carmen Turlea (classe 1975) attraverso i suoi bellissimi occhi verdi per trovare ogni risposta. Voglia di avventura, zaino in spalla e via, ma anche qualcosa di più. Lei, nata a Cisnadie in Romania, lo scorso anno ha disputato l’ultimo campionato della sua carriera da professionista pallavolista nella Pomì Casalmaggiore, dopodiché ha dato sfogo alla sua passione, fino a trovare una sorta di illuminazione per fare del bene. L’ultima tappa del suo viaggio è quella in Somalia dove ha seguito da vicino tanti bambini assetati di sport e di amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

16 Aprile 2019