il network

Domenica 16 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Vicomoscano (Casalmaggiore)

Dopo 'RapGesùCristico', ecco 'Dolore atroce', nuovo singolo del dj Luca Maffi

Musica ed evangelizzazione: nel testo l'autore ripercorre alcuni drammi che accompagnano il quotidiano dell’umanità

Dopo 'RapGesùCristico', ecco 'Dolore atroce', nuovo singolo del dj Luca Maffi

Luca Maffi

VICOMOSCANO (Casalmaggiore) - La Diocesi di Cremona rende noto che "è uscito da alcune settimane il nuovo singolo del dj Luca Maffi, residente a Vicomoscano, dal titolo “dolore atroce”. Il nuovo brano, frutto del progetto di evangelizzazione RapGesuCristico, propone una riflessione sul venerdì santo, sulla salvezza che Gesù ha proposto a ciascuno di noi sulla croce. «Il testo della canzone - spiega il giovane rapper - si rende portavoce di urla, di dolore atroce, appunto: l’urlo di Maria ai piedi della croce, quello dello stesso Gesù quando ha donato la sua vita appeso alla croce e tutte le urla di coloro che non hanno voce per farle sentire». Luca Maffi ripercorre, infatti, nel testo anche alcuni drammi che accompagnano il quotidiano dell’umanità. La risposta è un impegno: annunciare che “un Uomo per salvarci ha dato la sua vita”. Si legge nel testo del brano “per vivere bene non è complicato, c’è bisogno che il ginocchio venga piegato”. Maffi, che da poche settimane è diventato papà, è disponibili per concerti-testimonianza in oratori e parrocchie".

Il Progetto 'RapGesuCristico'

Il progetto RapGesùCristico è nato nel 2010 come strumento di evangelizzazione e per far conoscere la realtà del Villaggio Paolo VI Gaver, fondato da don Dino Foglio e la corrente carismatica del Rinnovamento nello Spirito Santo, di cui è stato padre fondatore in Italia. Si tratta di un progetto senza alcun fine commerciale, anzi, vuol essere un laboratorio che unisca idee, musicisti e  persone. 

Il dj Luca Maffi

Luca Maffi, 28enne bresciano di nascita e cremonese d’adozione (abita a Vicomoscano di Casalmaggiore), da sempre interessato al ritmo e al controllo dei suoni, ha iniziato la propria carriera come dj nelle discoteche. Dopo alcuni eventi drammatici, questa occupazione è diventata per lui il modo di estraniarsi dal mondo riempiendosi di rumore. Ma tutto è cambiato dopo uno spiazzante incontro con Dio. Da allora Luca non vive più la musica come un vortice di perdizione, ma come uno strumento per testimoniare la fede.

Nel 2011 nasce il primo brano rap: "Dimmi dove sei", dedicato a Don Dino Foglio; nel 2012 il secondo: "È lo spirito che scende". Quindi "Su le mani" che racconta la sua conversione.

La strada è ormai intrapresa, tanto che Maffi ha ormai diversi progetti in corso. "The Wall" (progetto di video evangelizzazione creato in collaborazione con Ana Gabriela Gomez Aguilera, evangelizzatrice messicana); "Artisti cattolici" (strumento di incontro e scambio fra artisti di ispirazione cattolica); "Gesù ci ama" (pagina Facebook dove pubblicare foto con un cartello che testimoni l’amore di Cristo); "God’s Party" (progetto portato avanti con la Fraternità Missionaria di Giovanni Paolo II).

   

14 Aprile 2013