il network

Venerdì 20 Aprile 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Mensa scolastica, il Movimento 5 Stelle replica al sindaco: "Non stiamo facendo campagna elettorale"

'Vogliamo solo offrire il nostro apporto per migliorare i servizi ai cittadini'

Mensa scolastica, il Movimento 5 Stelle replica al sindaco: "Non stiamo facendo campagna elettorale"

Una fase della riunione (foto Osti)

CASALMAGGIORE - Sul caso della mensa scolastica, oggetto di un recente incontro alle scuole elementari, il Movimento 5 Stelle replica al sindaco Claudio Silla.

"In merito alle parole del Sindaco Silla, apparse sui quotidiani in  questi giorni - esordisce il comunicato -, il Movimento 5 Stelle di Casalmaggiore intende sottolineare come non sia mai stata nostra intenzione buttarci nella bagarre politica ai soli fini propagandistici (la vecchia politica la lasciamo ad altri).

Non abbiamo mai inteso sfruttare (in che senso poi?) la commissione e nemmeno stiamo facendo campagna elettorale (la nostra avrà modo di vederla poi, non ora).

Semplicemente il fatto strano ed anomalo che una dirigente scolastica smentisca a priori ed un Assessore all'istruzione confermi nello stesso tempo e nello stesso articolo di giornale di aver trovato un verme, ci porta a voler capire meglio quanto possa essere capitato indipendentemente dall'essere genitori o meno di alcuni bimbi che 
mangiano in mensa.

Anzi, quest'ultima cosa è la dimostrazione che il M5S è formato da semplici cittadini che, vivendo le problematiche quotidiane, sono maggiormente sensibili a tutti gli avvenimenti locali.

La nostra richiesta di documentazione è stata interlocutoria appunto per sapere e conoscere lo stato dei fatti. Se la mensa è in gestione diretta, buono a sapersi.

Questo può portare sicuramente ad una gestione migliore del servizio rispetto a quello criticato fino ad oggi soprattutto in merito alla qualità dei pasti preparati (e non parliamo di singoli casi tipo quello dei vermi).

Proprio nel caso in cui la mensa sia gestita direttamente dal Comune, il M5S di Casalmaggiore vuole conoscere, come già richiesto, il capitolato di spesa delle forniture (con questo si intendono le derrate alimentari) e le modalità amministrative e contabili con cui si confrontano i prezzi, la qualità dei prodotti per addivenire ad una scelta mirata alla qualità.

Cioè come e quanto l'apparato amministrativo comunale sia seriamente impegnato in questo lavoro delicato e rivolto praticamente a tutta la cittadinanza in quanto servizio collettivo.

Siccome non ci fermiamo a voci di corridoio ma vogliamo offrire il nostro apporto per ottimizzare i servizi al cittadino, in particolar modo quelli che sono più critici, riteniamo doveroso accertare personalmente con il riscontro di atti e documenti per poi fare adeguate proposte nel merito".

Il M5S di Casalmaggiore

 

L'INCONTRO ALLE SCUOLE

Sulla questione 'verme nell'insalata' alle scuole elementari dalle 15 alle 16 e 30 di martedì 16 si è svolta una riunione alla quale hanno partecipato i componenti della commissione mensa, alcuni docenti, esperti dell'Asl, il sindaco Claudio Silla, l'assessore Ettore Gialdi, l'assessore Pierluigi Pasotto. 

Silla: "Con amarezza constato che la buona fede della commissione mensa è servita per speculazione politica". 

Gli esponenti del Movimento 5Stelle hanno chiesto gli atti sull'affidamento del servizio mensa, che però è gestito direttamente dal Comune. Il primo cittadino ha commentato: "Vogliono amministrare la città e non si sono nemmeno accorti che siamo una delle poche realtà che resiste ad avere una gestione diretta del servizio di refezione, mentre quasi ovunque è esternalizzato".

Intanto, martedì anche i NAS hanno effettuato un controllo. Tutto è risultato a posto: i militari hanno persino mangiato nella mensa scolastica. 

La proposta emersa dal sindaco: "Istituzionalizziamo la Commissione mensa, può collaborare anche l'Asl e ci saranno momenti formativi per genitori e docenti"

In chiusura, l'accordo per testare un menu più variegato: alcune prove saranno effettuate verso la fine di quest'anno scolastico e se le pietanze saranno ben accolte dai bambini entreranno a far parte del menu del prossimo anno scolastico.

18 Aprile 2013