il network

Sabato 21 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BOZZOLO

'Ciao Fabio... alla tua!!!'

Oggi si sono celebrati i funerali del 27enne morto domenica sbattendo in bicicletta contro un'auto in sosta sulla Cremona-Mantova

'Ciao Fabio... alla tua!!!'

Lo striscione davanti alla chiesa di San Pietro (foto Osti)

BOZZOLO – 'Ciao Fabio, alla tua!!!'. Con questo striscione appeso su piazza don Mazzolari fuori dalla chiesa di San Pietro, come a voler esorcizzare una tragedia come la morte di un giovane amico a soli 27 anni, gli amici di Fabio Vida hanno voluto dare l'ultimo saluto al ragazzo morto domenica pomeriggio all'ospedale Poliambulanza di Brescia a seguito delle ferite riportate, poche ore prima, nello scontro contro un'auto in sosta a Marcaria, a lato di una carreggiata della Cremona-Mantova. La chiesa di Bozzolo oggi pomeriggio era gremita dei tanti toccati nel profondo da ciò che è successo. In prima fila oltre ai genitori Sandro e Anna Maria Bettoni, vi erano gli altri parenti, gli amici di Bozzolo, i compagni della squadra di Triathlon 'Schiatarelli' di Asola, i colleghi della Ballarini di Rivarolo Mantovano dove il 27enne era operaio e tanta gente comune. Sulla bara una foto, una maglietta del gruppo sportivo asolano e una bandiera tricolore con il numero '85', anno di leva di Vida e ricordo della festa per i 18 anni. Al termine della cerimonia, celebrata dal parroco don Gianni Maccalli da don Ernesto Marciò e da don Vittore Bariselli, la salma è stata portata al cimitero di Mantova per la cremazione.

E' stata una tragedia che ha colpito nel profondo e ha lasciato attoniti non solo gli abitanti di Cividale, dove Fabio Vida viveva dal 2006, ma soprattutto Bozzolo dove il ragazzo era cresciuto e aveva tutti gli amici. Operaio alla Ballarini di Rivarolo, avrebbe compiuto 28 anni tra due settimane. Bozzolo è ripiombata nel lutto della perdita di un giovane a tre anni e mezzo dalla morte di Nicolas Francesconi, coetaneo di Vida. Il 27enne lascia i genitori Sandro di 59 anni, operaio alla Tecnimetal di San Giovanni in Croce, con il quale viveva a Cividale e la mamma Anna Maria Bettoni, 48 anni, operaia alla Ballarini, residente a San Martino dall'Argine. La salma è ancora a disposizione del Pubblico Ministero Silvia Bertuzzi che non ha rilasciato il nulla osta per la sepoltura. 

Il giovane era rimasto coinvolto domenica pomeriggio in un incidente stradale in sella sua bicicletta sulla statale Cremona-Mantova in territorio comunale di Marcaria. Il fatto era uccesso attorno alle 15.30 e la dinamica esatta è al vaglio dei carabinieri della stazione di Marcaria. Da una prima ricostruzione è emerso che il ragazzo ha sbattuto contro una vettura ferma sul ciglio della strada sfondandone il lunotto posteriore. Le condizioni del giovane, trasportato d'urgenza a Brescia in eliambulanza, erano apparse subito gravissime. Intorno alle 20 il decesso.

Approfondimento su La Provincia in edicola venerdì 3 maggio

02 Maggio 2013