il network

Martedì 16 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Casalese arrestato a Modena: niente spaccio, il Gip archivia

L’avvocato Francesca Antonazzo ha convinto il pubblico ministero prima, che ha chiesto l’archiviazione, e il Gip dopo - che l’ha concessa - che il suo assistito stava comprando la sostanza stupefacente per uso personale e non per rivenderla

Casalese arrestato a Modena: niente spaccio, il Gip archivia

CASALMAGGIORE— E’ stata archiviata dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Modena, Teresa Magno, la posizione di A.C., classe 1979, originario di Casalmaggiore, che nel tardo pomeriggio dell’11 gennaio scorso venne arrestato dalla polizia di Stato modenese con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di eroina. 

L’uomo, con precedenti specifici, era stato fermato a Modena insieme ad altre due persone nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato a contrastare lo smercio richiesto da alcuni abitanti della zona. Il casalese, attorno alle 18, era a bordo di un’auto parcheggiata in via Archirola insieme a una giovane, G.C., classe 1989, di Parma, incensurata. Poco dopo, secondo la ricostruzione degli agenti, si era presentato davanti a loro uno straniero, che aveva consegnato un involucro ai due. I poliziotti intervennero e trovarono nel pacchetto 24,5 grammi di eroina mentre il 32enne si accingeva a consegnare a C.Y, nato in Tunisia nel 1989, trecento euro. 

Ora, con la sua memoria difensiva, l’avvocato Francesca Antonazzo, difensore del casalese, ha convinto il pubblico ministero prima, che ha chiesto l’archiviazione, e il Gip dopo — che l’ha concessa (l’udienza si è tenuta lo scorso 17 aprile) — che il suo assistito stava comprando la sostanza stupefacente per uso personale e non per rivenderla. Anche il procedimento nei confronti della giovane che era insieme a lui è stato archiviato. Per loro, dunque, nessun processo.

30 Aprile 2013