il network

Martedì 21 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Sabbioneta

Bocconi killer, è allarme

Sono diversi i cani e i gatti che nelle ultime settimane sono morti o sono dovuti passare sotto le cure dei veterinari a causa di polpette avvelenate

Bocconi killer, è allarme

Un boccone avvelenato

SABBIONETA — Allarme bocconi killer nella Piccola Atene. Sono diversi i cani e i gatti che nelle ultime settimane sono morti o sono dovuti passare sotto le cure dei veterinari a causa di polpette avvelenate: «Vogliamo che tutti i proprietari di animali siano messi in guardia: sia nelle Mura che nelle immediate vicinanze sono state disseminate delle polpette piene di veleno — denuncia la proprietaria di un cane morto e di un secondo che ancora lotta per ristabilirsi —. Qualcuno ha disseminato il territorio in maniera scriteriata: passi se questi bocconi vengono messi in campagna per contrastare le volpi, ma metterle vicino alla città è da folli». 

Oltre ai due cani della denunciate — entrambi meticci e vittime dell’avvelenamento il 24 aprile —, sono altre gli animali colpiti: «C’è già stato il decesso di un altro cane per lo stesso motivo e di due gattine. Una terza micia, invece, è stata salvata in extremis. E uno dei miei cani sta ancora combattendo per ristabilirsi: da una settimana non mangia e viene nutrito con le flebo». La donna ha raccolto il vomito dei suoi cani e lo ha portato all’Asl di Viadana per farlo analizzare e risalire così alle sostanze che lo hanno avvelenato. 

A curare i due cagnolini della sabbionetana è il veterinario casalese Antonio Donzelli: «Secondo il dottore nelle polpette ingurgitate dai cani ci sarebbero degli anticrittogamici», dice la donna. Alcuni bocconi avvelenati sono stati ingeriti nella zona di via San Remigio, altri all’interno delle Mura sabbionetane là dove i proprietari degli animali spesso li lasciano liberi di correre pensando che non corrano pericoli.

04 Maggio 2013

Commenti all'articolo

  • massi

    2013/05/06 - 13:01

    ‘passi se questi bocconi sono messi per contrastare le volpi’!!!??? Ma siamo nel medio evo? Agli squallidi individui che in modo così vile disseminano il territorio con i loro bocconi avvelenati, che il più delle volte causano atroci dolori ai poveri malcapitati che se li trovano davanti, non saprei cosa dire e probabilmente sarebbe anche tempo sprecato. Vorrei invece dire a tutti gli altri che il grado di civiltà di un popolo si misura anche dal rispetto che ha per l’ambiente e per gli animali. Siano essi ‘nostri’ che liberi. Massimiliano

    Rispondi