il network

Sabato 21 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Viadana

Manifesti 'scandalosi', il 'no' del Movimento 5 Stelle

"Sono gravemente offensivi della dignità umana soprattutto femminile, il sindaco chieda scusa"

Manifesti 'scandalosi', il 'no' del Movimento 5 Stelle

Uno dei manifesti presi di mira dal M5S

VIADANA - Il Movimento 5 Stelle di Viadana prende posizione contro alcuni manifesti pubblicitari collocati in centro a Viadana, giudicandoli "gravemente offensivi della dignità umana soprattutto femminile".

In particolare il Gruppo di lavoro M5S ribadisce: 
"1) vi è un Regolamento Comunale  Pubblicità che  all' art. 12 'divieti di installazione ed effettuazione pubblicità' stabilisce: “Sugli edifici e nei luoghi di interesse storico ed artistico, su statue, monumenti, fontane monumentali, mura e porte della città....e nelle loro immediate adiacenze, è vietato collocare cartelli ed altri mezzi di pubblicità.” per cui al di là del contenuto inaccettabile chiediamo alle autorità competenti perchè non è stato osservato tale obbligo puntualmente e si chiede inoltre di chi è la responsabilità e se la questione ha avuto anche un risvolto economico ed in quali termini;

2) visto che vi sono analoghi cartelloni sul territorio comunale è il caso di prendere urgentemente la saggia decisione di oscurare anche quelli;

3) si chiede al Sindaco di Viadana di formulare ufficialmente le  pubbliche scuse a tutta  la comunità cittadina per la superficialità con cui si è concesso o permesso tale abuso, lesivo dei diritti fondamentali del genere femminile, ma non solo;

4) intanto che si è sull'argomento dei cartelloni pubblicitari sarebbe opportuno anche disinstallare tutti quelli che ha realizzato  negli anni scorsi il Comune per presentare le “Eccellenze” del territorio e che attualmente sono distrutti dalle intemperie, logorati o coperti dalle frasche di alberi per liberare ed abbellire un pò il paesaggio e per risparmiare  energia elettrica per la loro inutile illuminazione notturna".

Il M5S esprime "solidarietà verso tutte le donne di Viadana che non hanno bisogno di essere sminuite con immagini e frasi offensive, ma vanno invece sicuramente valorizzate e riconosciute per quello che sono e per ciò che danno ogni giorno alla comunità". 

Intanto, c'è da ricordare che Stefano Rocchi, della lista civica Portanuova, aveva già sottolineato l'inopportunità di collocare determinati manifesti.

23 Maggio 2013

Commenti all'articolo

  • Francesco

    2013/05/25 - 12:12

    Si tratta in ogni caso di pubblicità ingannevole: non si capisce se a volere un sederino così sia la fanciulla o qualcun'altro che desideri palpeggiarlo... In questa Italia del XXI secolo con la mentalità ben ancorata nei secoli bui è sempre una questione di ... prezzo e di ignoranza della lingua!

    Rispondi

  • niccolò

    2013/05/24 - 11:11

    E' davvero una fortuna che l'Italia stia attraversando un problema sì roseo, altrimenti come potremmo preoccuparci di queste "tragedie".

    Rispondi