il network

Venerdì 22 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


GAZZUOLO (Belforte)

"Jessica ci vuole bene da lassù"

Celebrato a Belforte il funerale della 22enne morta venerdì sera in un incidente a Campitello

"Jessica ci vuole bene da lassù"

Il feretro entra in chiesa e nel riquadro Jessica Baruffi

GAZZUOLO (Belforte) - Si sono tenuti martedì 4 alle 10 nella chiesa parrocchiale San Bartolomeo di Belforte i funerali di Jessica Baruffi, la 22enne morta venerdì sera in un incidente stradale a Campitello mentre tornava dal lavoro. Una folla silenziosa e composta ha accompaganto il feretro dall'abitazione di via Marsala alla chiesa di Belforte dove il parroco don Marco Tizzi, visibilmente commosso, ha celebrato le esequie. "Non fate a Jessica - ha detto il parroco nell'omelia - il torto di pensare che lei non ci sia più. Lei c'è e chiede di continuarle a volerle bene. Lei a suoa volta vi vorrà bene dal cielo". Al termine della cerimonia la salma è stata portata al cimitero di Mantova per la cremazione. La 22enne, parrucchiera a campitello, lascia la sorella Ambra e i genitori Massimo e Sonia.

Approfondimento su La Provincia in edicola mercoledì 5 giugno

 

LA DINAMICA

Incidente mortale venerdì alle 22 sulla Sabbioneta tra Gazzuolo e Campitello sulla Statale Sabbionetana 420. A perdere la vita la 22enne di Belforte di Gazzuolo Jessica Baruffi. La ragazza era a bordo della sua Polo quando, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri del Radiomobile di Viadana, è finita frontalmente contro un trattore che sopraggiungeva dalla parte opposta. Le condizioni della ragazza sono parse disperate fin da subito. Sul posto si è portata un'ambulanza della Croce Verde di Bozzolo, l'automedica dell'Oglio Po e i vigili del fuoco di Viadana. La ragazza è stata estratta viva dall'abitacolo ma è morta durante il trasporto all'ospedale di Mantova. 

La salma verrà sottoposta ad autopsia nella giornata di lunedì. Jessica Baruffi era nata il 21 settembre 1990 a Mantova e, dallo scorso settembre, aveva un salone di parrucchiera a Campitello. Viveva con il papà Massimo in via Marsala 16. Lascia anche la mamma Sonia e la nonna Sabina residenti a Piadena.

Approfondimento su La Provincia in edicola domenica 2 giugno

04 Giugno 2013