il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

'Tavolo' con Malvezzi. A Casalmaggiore i 'big' della Regione Lombardia

Incontro sui temi dell'Expo (turismo), della sanità (Oglio Po), della banda larga, del rilancio dell'economia attraverso le produzioni energetiche alternative

'Tavolo' con Malvezzi. A Casalmaggiore i 'big' della Regione Lombardia

Carla Visioli, Claudio Silla e Carlo Malvezzi

CASALMAGGIORE - Incontro in municipio questa mattina (venerdì 7 giugno) tra il neoconsigliere regionale Carlo Malvezzi e il sindaco Claudio Silla, spallaggiato dagli assessori Carla Visioli e Tiziano Ronda.  Tante le tematiche sul tavolo di lavoro. Al centro il tema della sanità (Oglio Po) , nonchè l'eccessivo centralismo con cui la Regione, secondo il sindaco casalese, ha in passato gestito il rapporto con i territori e, quindi, la necessità, condivisa da Malvezzi, di instaurare rapporti più diretti tra il Pirellone e i Comuni, anche alla luce della probabile futura 'dismissione' delle Province. Tra le notizie annunciate dal consigliere regionale l'intenzione di Viviana Beccalossi di venire a Casalmaggiore perché colpita dal lavoro di pianificazione urbanistica su area vasta compiuto con la Provincia di Cremona e la volontà di favorire un incontro con l'assessore regionale alla Salute Mario Mantovani, vicepresidente della Regione, sulla questione Oglio Po: "Diciamo  - ha commentato Silla - che va tutto bene al 99%, ma rimane un un per cento da mettere a regime, ad esempio in merito ai primariati (specialmente quello vacante di Pediatria, ndr). Lo stesso Malvezzi si è detto intenzionato a venire a visitare al più presto il nosocomio casalasco-viadanese: "Il direttore generale Simona Mariani ha già dato la sua disponibilità". Ma vediamo, in sintesi, gli altri argomenti sul tappeto.

PATTO DI STABILITA' VERTICALE. Malvezzi ha annunciato la volontà della Regione di mettere a disposizione capacità di spesa aggiuntiva per i Comuni e dare ai loro bilanci più flessibilità.

ECONOMIA ED EXPO. Sul tema introdotto dalla Visioli, l'esponente del Pirellone ha convenuto che è necessario integrare il rilancio del commercio, dell'artugianato e della piccola imprenditoria con produzioni tipiche, proposte ricettive e culturali.  Il filone del turismo sul Po su cui è incentrata la partecipazione del Distretto del commercio delle Terre casalasche al quinto bando regionale, di cui ha parlato l'assessore, va in quella direzione. "Il sottosegretario Fabrizio Sala verrà nei territori per coordinare i progetti collegati all'Expo".

BANDA LARGA. La Regione è impegnata a favorirne e completarne la diffusione, distribuendo finanziamenti europei.

PRODUZIONE DI ENERGIA DA RIFIUTI ORGANICI E BIOMASSE LEGNOSE. Silla ha sollecitato l'interlocutore regionale affinchè il Pirellone usi il suo peso politico per convincere il governo a togliere il blocco normativo che attualmente non consente di utilizzare la parte umida della raccolta differenziata, considerata rifiuto dalla legge, come 'combustibile' per centrali a biomassa o biogas. "Sarebbe poi il momento - ha aggiunto il primo cittadino - di mettere a reddito tutta la superficie (oltre 100 ettari a Casalmaggiore) dei progetti di riforestazione condotti in questi anni con la Regione attraverso un utilizzo delle biomasse legnose. Come territorio ci candidiamo per un eventuale progetto pilota".  Malvezzi è sembrato ben impressionato dalle proposte e ha ricordato il sostegno regionale alla pioppicoltura.

RISPARMIO ENERGETICO. L'assessore comunale Ronda ha infine chiesto un impegno del Pirellone a sostenere con contributi progetti di riscatto delle reti di illuminazione pubblica - a Casalmaggiore l'operazione è prossima all'avvio - e il loro successivo rinnovo: "Si tratta di interventi che a un Comune come il nostro consentirebbero negli anni a venire risparmi nell'ordine di centinaia di migliaia di euro".

Approfondimenti nell'edizione cartecea in edicola sabato 8 giugno

07 Giugno 2013