il network

Giovedì 21 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Nuovo palazzetto dello sport
La domanda a Roma

Il Comune ha inoltrato il progetto per partecipare a un bando dei ministeri dello Sport e degli Affari Regionali. Mille posti a sedere (espandibili), costo previsto: 3 milioni di euro

Nuovo palazzetto dello sport
La domanda a Roma

Uno scorcio del palazzetto dello sport

CASALMAGGIORE - Se da Roma giungeranno notizie positive, Casalmaggiore avrà un palazzetto dello sport tutto nuovo accanto alla scuola 'Marconi' (primaria e materna) di via De Gasperi. La giunta comunale ha deciso di puntare su un palazzetto da mille posti a sedere (espandibili) e del costo preventivato in 3 milioni di euro: il progetto di massima dello studio tecnico Edil Design (geometra Francesco Amadini) di Roncadello è stato allegato alla domanda di partecipazione a un bando di recente emissione dei ministeri dello Sport, guidato da Josefa Idem, e degli Affari Regionali (Graziano Delrio). Il bando distribuirà co-finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di impianti sportivi. La notizia era filtrata oltre una settimana fa, ma fino a  oggi, martedì, data di scadenza per partecipare al bando, non sono arrivate conferme. In giornata la svolta. "Abbiamo inviato la domanda sul filo di lana", ci ha poi spiegato il sindaco Claudio Silla, "ma adesso posso dirlo: ce l’abbiamo fatta".
I conti però vanno sempre fatti con l’oste, ovvero con le disponibilità economiche.
"Se entreremo nella graduatoria dei progetti finanziati — ha continuato il sindaco — arriveranno 860mila euro a fondo perduto. Il resto lo copriremo con il ricorso al Credito sportivo. Comunque, cercheremo pure altre strade (ad esempio, la Cassa Depositi e Prestiti) e contiamo anche sul ribasso d’asta. Sul bando abbiamo qualche motivo per essere ottimisti". Nell'operazione sono coinvolte società sportive e scuole, il che dovrebbe consentire di incrementare i punteggi per l'accesso ai fondi. L'edificio poi sarà realizzato secondo criteri di risparmio energetico, con un impianto di riscaldamento a cialde legnose e pannelli solari (termici e fotovoltaici) sulla copertura. 
 
Approfondimenti e ulteriori dettagli nell'edizione del giornale in edicola mercoledì 12 giugno

11 Giugno 2013