il network

Mercoledì 17 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Gazzuolo (Belforte)

Venerdì e sabato in scena 'Aladin. Il Musical'

Impegnata all'oratorio la compagnia 'The sound of music': 34 gli elementi del corpo di ballo

Venerdì e sabato in scena 'Aladin. Il Musical'
BELFORTE - Nuova importante prova per la compagnia “The sound of music” di Belforte che venerdì 14 e sabato 15 giugno, alle 21.15 presso il campo sportivo dell’oratorio, proporranno “Aladin. Il musical”. Dopo aver portato in scena “Salisburgo 1939”, “Perfetta letizia”, “Jesus”, “Don Bosco. Il musical” e “Madre Teresa. Il musical”, raccogliendo ottimi consensi dalla critica e dal pubblico, la compagnia di Belforte ha ottenuto di poter mettere in scena “Aladin. Il musical” (testi di Stefano D’Orazio, musiche dei Pooh), che la compagnia nazionale guidata da Manuel Frattini ha già presentato in numerose repliche in varie parti d’Italia.

Una favola che riesce a parlare a tutti, trasmettendo tanti messaggi, pur in modo divertente, sapendo dunque esaudire i desideri di grandi e piccini.

Le scenografie conivolgenti, le scintillanti musiche dei Pooh, e i testi – ironici e pungenti, oltre che sempre attuali – ne fanno uno spettacolo davvero da non perdere.

Molti i giovani che hanno reso possibile un allestimento tutt’altro che semplice, così come meticoloso è stato il lavoro di sartoria e dei tecnici del palco.

Ben 34 gli elementi del corpo di ballo.

La regia è di Brico, le incisioni musicali di Pietro Storti e il service audio e luci di Medisong di Carlo Vicini.

La trama dello spettacolo è tratta dalla celebre “Favola di Aladino”: Aladin (Pietro Storti) è un ragazzo semplice che vive di espedienti con l’amico Abù (Alessandro Zimetti). Insieme all’amica Shadia (Clizia Pezzali), presto nella sua vita entrerà Jasmine (Gessica Mori), una bellissima principessa che sogna l’amore vero e farà breccia anche nel suo cuore. Ma alla corte del Sultano (Enzo Garaboldi), il padre di  Jasmine, oltre che Lunatica (Eleonora Contesini), Andalù (Elisa Cipriani) e il capo delle guardie (Massimo Amati), c’è il gran visir Jafar (Maurizio Martelli), davvero molto crudele. Jafar, insieme all’amico Jago (Andrès Tarifa Pardo), costringe Aladin a ritrovare per suo conto una preziosa lampada. Aladin, però, riesce a liberarsi dall’influenza nefasta di Jafar grazie ai poteri del Genio della Lampada (Stefano Parazzi) e raggiungere la felicità sposando la principessa Jasmine e diventando re.

 

12 Giugno 2013