il network

Martedì 22 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


Gazzuolo

"Presa a pugni in faccia e a colpi di bastone": il racconto della donna rapinata

Ad agire, con un grosso coltello, due persone, forse nordafricani, nella serata di mercoledì

"Presa a pugni in faccia e a colpi di bastone": il racconto della donna rapinata

Fausta Ziani e la sua abitazione (foto Osti)

GAZZUOLO - "Mi hanno gettata a terra, dato due pugni in faccia e dei colpi di bastone. Intanto mi dicevano di stare zitta e di dargli i soldi". Questo il drammatico racconto di Fausta Ziani, 60enne originaria di Marcaria, rapinata nella serata di mercoledì a Gazzuolo. Il grave fatto è avvenuto poco prima delle 21 nell'abitazione della signora. Ad agire due persone, col volto travisato, forse nordafricani, armati di un grosso coltello ed entrati in casa forse da una porta lasciata aperta. 

La padrona di casa in quel momento si trovava in lavanderia. I due malviventi hanno minacciato la donna con un grosso coltello, poi l'hanno picchiata e si sono fatti consegnare gioielli e denaro in contante per un valore di circa 4-5000 euro, secondo quanto raccontato dalla donna. Poi hanno legato la sessantenne e se ne sono andati.

A scoprire quanto accaduto il compagno della donna, B.A., 67 anni, che mentre era in corso la rapina si trovava al bar. L'uomo ha dato subito l'allarme, mentre la donna veniva portata all'ospedale per le medicazioni del caso. Ora è già a casa. Le sono stati diagnosticati traumi cranio facciali ed escoriazioni varie con prognosi di 20 giorni.

Sul fatto indagano i carabinieri di Gazzuolo  e del nucleo radiomobile di Viadana.

Approfondimenti sull'edizione cartacea in edicola venerdì 14 giugno

13 Giugno 2013