il network

Domenica 23 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Sala Lido, Carlo Stassano è a favore della vendita

"Auspico che sia la Polisportiva Amici del Po ad aggiudicarsela"

Sala Lido, Carlo Stassano è a favore della vendita

CASALMAGGIORE - "Mi permetto intervenire sulla questione relativa all’ipotesi di vendita della Sala Lido". Così esordisce l'ex assessore Carlo Stassano in un intervento sul tema che sta animando il dibattito in questi giorni a Casalmaggiore.

"Le articolate risposte a precise domande, apparse oggi su 'La Provincia', da parte dell’Avvocato Paolo Antonini,  Presidente dell’Associazione Amici del Po, esprimono con grande lucidità e pragmatismo ciò che ogni Amministratore Pubblico, scevro da interessi di parte, ma pienamente  vocato al bene della Comunità, dovrebbe intravvedere come unica  soluzione coerente", esordisce il professor Stassano.

"Ciò che il Presidente Antonini afferma è tutto vero, in particolare là dove sostiene che da anni, a parte per brevissimi- sporadici, pur se meritevoli  episodi, la Sala Lido Po è rimasta a languire nelle peggiori condizioni ambientali, anche esterne, visibili agli occhi di tutti. Confesso di non essere stato in grado, neppure io, negli anni  lontani del mio impegno in qualità di assessore allo sport ed alle problematiche giovanili, di strutturare coerentemente ed in continuità un “contenitore” , sì di possibile grande ricchezza, ma tale solo là dove dalle parole si fosse passati ai fatti".

Continua Stassano: "Ora più che mai, in questo contesto di vere difficoltà economico sociali, risulta urgente  finalizzare correttamente ogni risorsa possibile.  Ed è proprio in quest’ottica che, apprezzando la scelta della Giunta di optare per una gara pubblica per la vendita dell’immobile, auspico che possa essere l’Associazione Amici del Po ad aggiudicarsela in quanto, stante le finalità precipue dell’Associazione, anche quello che poteva sembrare un vincolo alla vendita in quanto la Sala era destinata ad attività giovanili, verrebbe  pienamente rispettato".

Stassano si chiede poi: "Che cosa rappresenta l’Associazione Amici del Po, come del resto la Canottieri Eridanea  e le varie Associazioni Sportive del Territorio incluse quelle parrocchiali, se non un vero e proprio “presidio”, ambito di inclusione sociale per un tempo libero fruito nella maniera più bella, gioiosa e democratica che possa esistere all’interno di una Comunità?  Ben venga dunque che una Associazione come quella degli Amici del Po, guidata con tanto coraggio ed ampia visione lungimirante da un Presidente ed un Consiglio Direttivo virtuoso  che allarga spazi societari per lo Sport dei  Giovani con acquisizione di aree golenali  ben finalizzate, abbia l’ulteriore coraggio di acquisire nella totalità un edificio che solo se inserito in un contesto già ampiamente gestito potrà risultare, non solo preservato dal degrado  ma pienamente valorizzato e vero gioiello dell’intera Area Golenale".

 

14 Giugno 2013