il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


PIADENA

Lotta alle nutrie, il Comune contro il Tar

Il Tribunale amministrativo accoglie il ricorso di due associazioni animaliste contro l'ordinanza di abbattimento, ma la giunta delibera: "Andiamo avanti lo stesso. Il piano provinciale autorizza la soppressione e non è mai stato impugnato"

Lotta alle nutrie, il Comune contro il Tar

Un esemplare di nutriA in un corso d'acqua del Cremonese

PIADENA - Il Tar di Brescia ha accolto il ricorso di due associazioni animaliste contro un’ordinanza per l’abbattimento delle nutrie emessa dal sindaco di Piadena Bruno Tosatto, ma l’amministrazione comunale, con una presa di posizione ufficiale, ribadisce di voler continuare l’azione di contenimento dei roditori.

Con la deliberazione della giunta numero 90 del 14 giugno, l’amministrazione comunale ha confermato “il proprio sostegno e la propria vicinanza ai volontari che concorrono al contenimento della proliferazione delle nutrie, in adempimento del Piano provinciale di controllo della nutria, adottato con deliberazione dell’esecutivo provinciale numero 291 del 23 giugno 2010”.  

Come mai l'amministrazione comunale ha deciso di andare avanti: “Il piano provinciale - si legge nella delibera - afferma la sua validità ‘su tutto il territorio provinciale eccetto le aree a Parco Regionale Naturale’ e autorizza esplicitamente la soppressione delle nutrie sia in via diretta con il fucile, sia con l’impiego di cloroformio e di gabbie trappola e a tutt’oggi non risulta impugnato o minimamente contestato dalle associazioni che hanno promosso i ricorsi in questione. Nel ribadire “il proprio sostegno al mondo del volontariato impegnato nella difesa dell’ambiente e patrimonio agricolo piadenese” l’amministrazione comunale ricorda alla cittadinanza che “la lotta alla proliferazione delle nutrie continua, a fianco dell’amministrazione provinciale”.

Approfondimenti nell'edizione cartacea in edicola martedì 25 giugno

24 Giugno 2013