il network

Domenica 16 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Pina Mussetola lascia il Pdl

"La mia partecipazione alla lista 'Maroni presidente' è stata considerata in concorrenza a quella del Popolo della Libertà. Sono amareggiata"

Pina Mussetola lascia il Pdl

CASALMAGGIORE — E’ una fuoriuscita che fa rumore: Giuseppina Mussetola lascia il PdL, partito di cui era storica esponente. «Solo in questi giorni mi è stato comunicato che la mia candidatura nella lista civica ‘Maroni Presidente’ alle scorse regionali, nonostante la lista facesse parte della coalizione condivisa dal presidente del PdL Silvio Berlusconi e ne facessi parte senza mai disconoscere l’appartenenza al PdL stesso, è stata un problema — spiega la diretta interessata —. Alcuni membri del coordinamento provinciale non hanno apprezzato la mia candidatura e ritengono per questo incompatibile la mia presenza all’interno del PdL: secondo loro la lista civica era concorrente al Pdl, alla cui lista avrei sottratto dei voti». 

Una ‘sentenza’ che lascia amareggiata Mussetola: «La loro riflessione a mio parere è inadeguata dal punto di vista della strategia elettorale. Durante la campagna elettorale mi sono autosospesa dalla carica di coordinatore vicario PdL comunale seguendo la procedura prevista da precisi articoli dello statuto del partito. Ebbene, anche questa scelta di correttezza è stata definita dai provinciale ‘azione che denota una certa furbizia’. Alla luce dei fatti, considerando che dai rappresentanti provinciali del PdL non sono mai stata interpellata per comporre a suo tempo la rosa dei candidati al solo fine di proporre nomi a rappresentanza del territorio casalasco, sono a dichiarare che i miei valori e ideali politici fino ad oggi sono stati interpretati dal Popolo della Libertà, ma se oggi il PdL propende a dare precedenza a chi degli interessi del singolo ne fa una priorità a discapito di chi si muove al suo interno con l’unico intento del bene comune ed investe tempo ed energia per le necessità del paese, sono la prima io sostenere che il PdL non mi appartiene più».

20 Luglio 2013