il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Viadana

Grave dopo l'anestesia dal dentista

Ipotesi choc anafilattico per un 43enne ricoverato al Maggiore di Cremona

Grave dopo l'anestesia dal dentista

VIADANA — Sedersi sulla poltrona del dentista e finire d’urgenza all’ospedale in gravi condizioni. Il tutto probabilmente a causa dei terribili quanto inaspettati effetti di un’anestesia.È ciò che è capitato a un 43enne residente in una frazione viadanese ora ricoverato all’ospedale di Cremona. Erano da poco passate le 19 di giovedì quando l’uomo, cliente di uno studio dentistico cittadino, è stato sottoposto ad un’iniezione di anestetico per affrontare un piccolo intervento. Dopo pochi minuti ha cominciato a sentirsi male e a mostrare i chiari segni di una reazione allergica.

Il dentista e il personale infermieristico hanno prontamente rilevato il peggioramento delle condizioni del paziente e hanno immediatamente allertato il 118. Anche solo un leggero ritardo avrebbe comportato conseguenze ancora più serie. L'uomo è stato portato all'ospedale di Cremona.

Approfondimento sull'edizione cartacea in edicola sabato 3 agosto

02 Agosto 2013

Commenti all'articolo

  • Miller

    2013/08/05 - 14:02

    Da precisare che il personale assistente il medico dentista non è un infermiere/a come citato nell'articolo ma una figura denominata Assistente di Studio Odontoiatrico la cui qualifica si ottiene dopo un corso di 1000 ore fra teoria e pratica. La formazione dell'Infermiere è completamente diversa: occorre frequentare l'università nella facoltà di medicina e chirurgia e conseguire la laurea breve in Scienze Infermieristiche e poi occorre essere iscritti all'albo professionale per poter esercitare. Quindi, senza sminuire nessuno, è bene precisare i ruoli e non confonderli. Nel mondo "occidentale" la figura dell'Infermiere ha una elevata considerazione sociale; in Italia purtroppo è ancora visto come cento anni fa.

    Rispondi