il network

Mercoledì 26 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Enti locali e statistiche

Scandolara Ravara si conferma come il Comune più virtuoso

Casalmaggiore perde posizioni, due anni fa era primo mentre ora è 12esimo

Scandolara Ravara si conferma come il Comune più virtuoso

Come lo scorso anno, il Comune di Scandolara Ravara mantiene saldo il primo posto nella classifica dell’indice sintetico di virtuosità nel Casalasco-Piadenese. E, come nel 2012, la ‘maglia nera’ è stata assegnata ancora a Casteldidone. L’indice sintetico di virtuosità è stato introdotto dalla giunta regionale, previa intesa con ANCI sottoscritta il 26 luglio 2011, parte di un percorso comune avviato nel 2005 con l'Intesa Interistituzionale sui principi di coordinamento della finanza pubblica, proseguito con il Protocollo d'Intesa del 2008 (che ha dato vita al 'Tavolo permanente per il federalismo fiscale e il patto di stabilità territoriale') fino all'Accordo del 2009 per l'avvio dell'utilizzo del Patto di Stabilità Territoriale. 

L’iniziativa è stata assunta al fine di introdurre criteri di premialità nelle politiche regionali e di concorrere al miglioramento della finanza pubblica. La fonte primaria dei dati sono i Certificati del Consuntivo che i Comuni trasmettono annualmente al Ministero dell’Interno, cui sono state affiancate informazioni già in possesso di Regione Lombardia. 

Sono state individuate quattro macro-aree di analisi, ognuna articolata in più indicatori specifici: flessibilità di bilancio, debito e sviluppo, capacità programmatoria, autonomia finanziaria e capacità di riscossione. 

Analizzando la classifica, vediamo che al secondo posto balza Drizzona (quinta nel 2012), scalzando Rivarolo del Re, sceso al sesto posto. Stabile Tornata al terzo, come Spineda al quarto. San Martino del Lago recupera una posizione, passando al quinto ‘gradino’. Miglioramento per Motta Baluffi, numero 8 ingraduatoria (era decima). Il passo in avanti più consistente l’ha compiuto Cingia de’ Botti: dal 17esimo posto al nono, con un ‘più’ 9,16. Anche Martignana fa un balzo in avanti, dal 16esimo al decimo posto. Piadena perde tre posizioni, dall’ottavo all‘11esimo posto, così come Casalmaggiore, dal nono al 12esimo. Arretra al 15esimo Torre de’ Picenardi (era 11esima). San Giovanni in Croce scende dal 14esimo al 17esimo posto. 

05 Agosto 2013