il network

Martedì 21 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


Casalmaggiore

Giovedì i funerali di Steno Marcegaglia

L'imprenditore, cittadino onorario casalese, aveva 83 anni. Venerdì era caduto e si era rotto un femore

Giovedì i funerali di Steno Marcegaglia

Lo stabilimento Marcegaglia di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE - Steno Marcegaglia, il fondatore e presidente dell’omonimo gruppo dell’acciaio, è mancato ieri a 83 anni all’ospedale Niguarda di Milano, dove era stato ricoverato per una caduta avvenuta venerdì sera a Gazoldo degli Ippoliti, dove viveva e dov’era il quartier generale del gruppo. Conseguenza della caduta, verificatasi dopo un ricevimento nella villa che è una sorta di tutt’uno con gli uffici e lo stabilimento, la frattura di un femore. Ricoverato all’ospedale ‘Poma’ di Mantova, Steno è stato in seguito trasferito al Niguarda dove, nella mattinata di martedì, avrebbe dovuto essere operato. Ma è morto nelle prime ore del giorno. Il funerale giovedì alle 16 nello stabilimento a Gazoldo. La camera ardente è stata allestita dalle 17 di ieri nella sede centrale.

Marcegaglia era cittadino onorario di Casalmaggiore, ove ha sede una grande unità produttiva del suo gruppo industriale.

Marcegaglia aveva fondato il gruppo siderurgico nel 1959: ancora oggi è interamente controllato dalla famiglia e ha il suo quartier generale a Gazoldo degli Ippoliti, in provincia di Mantova. 

Nato nel 1930 a San Giovanni Ilarione (in provincia di Verona), è stato nominato Cavaliere del lavoro nel luglio del 1992. Nell'ottobre del 1982 venne rapito ma riuscì a fuggire dopo 51 giorni di prigionia fra Napoli e l'Aspromonte. Fu ripreso dai rapitori e successivamente liberato dalla polizia.

I numeri dell'azienda: 5 milioni di tonnellate lavorate ogni anno, 7.500 dipendenti, 52 unità commerciali, 210 rappresentanze commerciali e 50 stabilimenti sparsi su una superficie complessiva di 6 milioni di metri quadrati. 

La cittadinanza onoraria di Casalmaggiore gli fu conferita con la seguente motivazione: ‘Mirabile figura ed esempio di imprenditore illuminato, che coniugando i valori economici con quelli sociali dell’impresa ha contribuito al benessere e alla crescita della nostra comunità’. Era la prima volta che un’onorificenza di questo tipo veniva assegnata a Casalmaggiore nella storia della Repubblica italiana.

Un anno dopo la cerimonia per il conferimento del riconoscimento all'industriale, nel 2011, all'inizio dell'anno scolastico, venne inaugurata la nuova aula magna della scuola media 'Diotti' di Casalmaggiore, restaurata grazie a una donazione dell'imprenditore, che contribuì anche alla realizzazione da parte del Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po all campo scuola guida posto nei pressi delle scuole elementari.

Steno Marcegaglia lascia la moglie Palmira, originaria di Piadena, e i figli Antonio ed Emma, ex presidente della Confindustria.

 

10 Settembre 2013