il network

Martedì 13 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Venerdì 11 ottobre l'assemblea sulla tangenziale

L'incontro richiesto dalla petizione presentata — con 401 firme a sostegno — dal Coordinamento dei comitati contro le autostrade insieme a gruppo Persona-Ambiente e Salviamo il paesaggio

Venerdì 11 ottobre l'assemblea sulla tangenziale

I richiedenti l'assemblea in sala giunta con il sindaco

CASALMAGGIORE — Si terrà nella serata di venerdì 11 ottobre, all’auditorium Santa Croce, l’assemblea sul problema tangenziale richiesta dalla petizione presentata — con 401 firme a sostegno — dal Coordinamento dei comitati contro le autostrade insieme a gruppo Persona-Ambiente e Salviamo il paesaggio. 
Lunedì sera poco dopo le 19 la riunione tra gli esponenti del Coordinamento dei comitati — presente il portavoce Cesare Vacchelli —, quelli del cosiddetto comitato ‘Asolana’ (Cstc) di Casalmaggiore, guidato dal presidente Carlo Vicini, e il sindaco Claudio Silla, affiancato dall’assessore Pierluigi Pasotto per concordare data e impostazione dell’incontro: l’accordo prevede la presenza istituzionale di Comuni, Provincia, Regione (assessori e consiglieri) e parlamentari del territorio. Subito dopo, l’amministrazione comunale organizzerà un secondo incontro pubblico. «Come ho spiegato ai comitati — dice il sindaco — in questa seconda occasione sarà illustrato lo stato dell’arte sulle infrastrutture con l’intervento dei soggetti interessati». Sì, dunque, in questo caso, anche alla presenza di Autocisa, concessionaria Ti-Bre (che dovrebbe portare la tangenziale). «Credo sia interessante sentire a che punto sono. A mio avviso gli ultimi 4 anni non sono passati invano. L’appalto del primo lotto dell’autostrada (aggiudicato all’impresa Pizzarotti, ndr) ha oggettivamente cambiato il quadro e segna un punto di non ritorno».

18 Settembre 2013