il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore-Piadena

Rifiuti secchi 'chippati', rivoluzione al via

Da lunedì 7 ottobre distribuzione di nuovi contenitori individualizzati - con l'identità dei conferenti - per consentire una pesatura presunta dell'immondizia. Da fine mese il sistema sarà introdotto anche a Piadena

Rifiuti secchi 'chippati', rivoluzione al via

Il simbolo che indica la presenza di un 'chip'

CASALMAGGIORE - Presentata in municipio dalla Casalasca Servizi Spa, tramite il direttore Emanuele Bernardelli, e dal sindaco Claudio Silla la nuova modalità di raccolta dei rifiuti secchi, basata su un sistema tecnologico che consente la pesatura presunta. Presente alla conferenza stampa anche Carlo Gardani, come coordinatore delle Gev, che saranno coinvolte nell'attività di controllo.

Tutto parte dall'introduzione della Tares, secondo la quale si deve arrivare a misurare la quantità esatta di rifiuto secco prodotto. Per far questo, la Casalasca, dietro input del Comune di Casalmaggiore, si è attrezzata introducendo un contenitore in plastica con un volume di 40 litri (circa 5-6 chilogrammi di riufiuti) che sarà distribuito presso un punto specifico.

Il contenitore avrà un dispositivo tecnologico al suo interno. Nel momento in cui verrà svuotato - e ciò accadrà una volta alla settimana -, tale dispositivo trasmetterà la lettura dei dati, con l'identità del conferente. Il contenitore dovrà essere esposto quando è pieno. A meno rifiuti secchi conferiti, corrisponderà un piccolo sconto sulla bolletta. Si tratta, in sostanza, di un incentivo. Naturalmente gli eccessi non andranno bene: se una famiglia non conferirà mai il secco, verrà richiamata. Allo stesso modo se non conferirà mai rifiuti secchi (perché potrebbe venire il sospetto che vengano gettati nei fossi). Non si tratterà di una pesatura puntuale, ma presunta. 

A Casalmaggiore il ritiro dei bidoni partirà da lunedì 7 ottobre all'eco punto Casalasca attivato nei locali dell'ex ufficio anagrafe. Un calendariocon le date sarà recapitato in questi giorni. Bisognerà presentarsi con una bolletta (o Tia o Tares) o con il codice fiscale. Assieme al bidone verrà distribuito un manuale informativo. I contenitori sono impilabili.

Un particolare: le famiglie che hanno problema pannolini o pannoloni,visto il volume elevato, potranno chiedere due contenitori. Al contempo potranno essere studiate forme di agevolazione per questi utenti, per evitare penalizzazioni nei loro confronti.

La distribuzione dei contenitori proseguirà fino al 31 ottobre,dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. La raccolta dei bidoni inizierà dal 1 novembre.
Le guardie ecologiche volontarie collaboreranno in azioni di monitoraggio e controllo.

Ogni svuotamento costerà all'incirca 1 euro a famiglia (a Colorno il costo è di 1,20 euro a svuotamento).
Con il nuovo sistema spariranno cassonetti per condomini e aziende (qui saranno portati direttamente da Casalasca).

Stessa cosa avverrà a Piadena. Il ritiro del materiale da parte delle famiglie, in questo caso, inizierà alla fine di ottobre.

01 Ottobre 2013