il network

Domenica 24 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Viadana

Merlino, il giorno della memoria

La celebrazione nel decennale della strage di Nassiriya, in cui il sottotenente dei carabinieri perse la vita

Merlino, il giorno della memoria

VIADANA — Quel tardo pomeriggio del 12 novembre 2003 quando si ebbe la notizia che anche Filippo Merlino era caduto nella strage di Nassiriya, colleghi ed amici erano stati colti dallo sconforto e si erano stretti intorno alla moglie Alessandra e al figlio Fabio; martedì pomeriggio, a dieci anni di distanza, autorità civili e militari hanno ricordato il sottotenente, ex comandante della Stazione carabinieri di Viadana, con una cerimonia presso la tomba nel cimitero cittadino. 

Moglie e figlio non erano presenti in quanto impegnati in altre celebrazioni nella Capitale ma attorno ai parenti del militare si sono strette autorità quali il prefetto di Mantova Carla Cincarilli, il questore Giuseppe Reccia, il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Roberto Campana, il comandante della Compagnia di Viadana capitano Antonino Chiofalo, il sindaco Giorgio Penazzi, il vice Dario Anzola, la comandante della polizia locale Doriana Rossi. Il vicario zonale monsignor Floriano Danini ha benedetto la tomba alla presenza del cappellano militare don Fabio Locatelli e davanti al picchetto d’onore che ha posato la corona dei fiori.

Leggi di più sul giornale in edicola mercoledì 13 novembre

12 Novembre 2013