il network

Venerdì 22 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Viadana

'Ndrangheta, veleni in Comune

Penazzi e Tipaldi querelano l’autore di una lettera ai vertici Pd. Il sindaco: 'Conosco il mio assessore da 25 anni e non ho mai ritenuto che sia un ‘pericoloso criminale''

'Ndrangheta, veleni in Comune

L'assessore Carmine Tipaldi

VIADANA — Il fenomeno della ’ndrangheta fa l’ingresso ufficiale nella politica viadanese e in particolare in quella del Pd, partito di governo in città: alle 15.30 di venerdì l’avvocato Bianca Maria Momoli che assiste il sindaco Giorgio Penazzi e l’assessore a Protezione civile, Volontariato e Nuove povertà Carmine Tipaldi ha presentato querela penale per diffamazione contro Claudio Meneghetti, «per le affermazioni gravemente lesive dell’onorabilità e della correttezza dei querelanti per quanto comunicato con sua lettera loro portata recentemente a conoscenza da Fabrizio Nizzoli, segretario del PD di Viadana».

La missiva cui si fa riferimento è quella che Meneghetti scrisse il 17 aprile scorso ai vertici provinciali, regionali e nazionali del Partito democratico. Lettera con cui si segnalava che a Viadana il PD stesse correndo il rischio di trovarsi in compagnia della ’ndrangheta per la presenza politica attiva di un imprenditore edile imparentato con una famiglia, i Tipaldi di Isola Capo Rizzuto, uno dei quali sarebbe stato escluso dalla cosiddetta white list delle imprese edili che lavorano per la ricostruzione post terremoto.

Leggi di più sul giornale in edicola sabato 16 novembre

16 Novembre 2013