il network

Venerdì 22 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Antonio ed Emma Marcegaglia: auguri ai dipendenti casalesi

Mercoledì la prima visita prenatalizia senza Steno: 'Continuiamo ciò che ha fatto papà'

Antonio ed Emma Marcegaglia: auguri ai dipendenti casalesi

Antonio ed Emma Marcegaglia

CASALMAGGIORE — Sarà un Natale un po’ particolare per il Gruppo Marcegaglia, venato di tristezza per la mancanza del fondatore, Steno, scomparso il 10 settembre scorso a 83 anni. Nel primo pomeriggio di ieri, intorno alle 13 e 15, accolti dal direttore Roberto Ferrari sono giunti allo stabilimento casalese, per la tradizionale visita prenatalizia, Antonio ed Emma Marcegaglia, i figli, che ora guidano l’azienda. «Noi — afferma l’ingegner Marcegaglia — abbiamo avuto quest’anno la gravissima mancanza del capostipite della famiglia, nostro padre. Una situazione sicuramente sorprendente, inaspettata». 

«E quindi c’è un velo di tristezza perché rispetto a tutte le occasioni pubbliche in cui insieme testimoniavamo il nostro essere in azienda forti della sua presenza, oggi questo è il primo saluto ai dipendenti di un freddo, in tutti i sensi, Natale senza di lui. Però — continua il presidente del gruppo — vorremmo ribadire che siamo molto forti e solidi grazie al suo insegnamento e al suo esempio, alla possibilità di aver lavorato a lungo al suo fianco, aver ereditato la sua scienza, la sua conoscenza e aver avuto l’opportunità di metterla in pratica. Quindi guardiamo al futuro, sebbene in una congiuntura non facile, con fiducia, forti della volontà di portare avanti i progetti aziendali e gli sviluppi che avevamo insieme a lui impostato". 

Emma, vicepresidente del gruppo (e presidente di Marfin Srl, la holding finanziaria che controlla Marcegaglia Spa): «Erano un po’ di anni che non venivo qui. Ovviamente la mancanza di papà mi ha portato a fare la scelta di essere sostanzialmente a tempo pieno in azienda perché è giusto che sia così, sento la responsabilità che condivido con Antonio. Sento anche il peso di continuare insieme ad Antonio tutto quello che nostro padre ha fatto. Siamo qua insieme proprio a ribadire che la famiglia è unita e insieme noi vogliamo continuare a sviluppare questo gruppo così importante pur in un momento difficile".

Leggi di più su La Provincia in edicola giovedì 19 novembre

19 Dicembre 2013