il network

Giovedì 18 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VIADANA

Intossicazione da monossido, in prognosi riservata mamma e figlia

Le due avevano acceso un braciere in casa per riscaldarsi

Intossicazione da monossido, in prognosi riservata mamma e figlia

VIADANA - Intossicazione da monossido, due ricoverati. E' successo mercoledì 18 a Viadana. I carabinieri sono intervenuti alle 2 presso l’abitazione di D.H. 42enne marocchina – separata, disoccupata, regolare sul territorio nazionale – dove poco prima si era verificata un'intossicazione da monossido di carbonio causata da un braciere acceso per riscaldare le stanze. All’interno era anche presente la figlia E.Q.N. 18enne, studentessa. Le donne sono state trasportate all’ospedale civile di Fidenza (Parma) per trattamento iperbarico. Sono entrambe in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. I Vigili del Fuoco di Viadana sono intervenuti per mettere in sicurezza l’abitazione.

Da informazioni assunte pare che il Comune di Viadana – proprietario dell’immobile – avesse chiuso i contatori dell’acqua poiché morose: per tale motivo i termosifoni non potevano entrare in funzione.

Leggi di più su La Provincia in edicola sabato 20 dicembre

 

19 Dicembre 2013