il network

Venerdì 22 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore - Il furto di Quattrocase

Dopo lo scontro coi carabinieri, ladri in fuga su una C3 rubata a Vicomoscano

Un albanese agli arresti. L'Audi TT usata dai malviventi era stata asportata in Umbria

Dopo lo scontro coi carabinieri, ladri in fuga su una C3 rubata a Vicomoscano

La vettura dei carabinieri danneggiata (foto Osti)

CASALMAGGIORE (Quattrocase) - Sono riusciti a scappare i due ladri che, insieme ad un complice invece arrestato dai carabinieri, hanno portato a termine un furto in una abitazione di via Custoza nel tardo pomeriggio di martedì 28 gennaio, a Quattrocase, frazione di Casalmaggiore. 

I due, dopo essersi allontanati dal centro abitato, hanno prima tentato di rubare una vettura in un casale nei dintorni, e poi, poche ore dopo, sono riusciti a rubare una Citroen C3 in via Staffolo a Vicomoscano e a volatilizzarsi. 

Intanto, si è appreso che martedì sera i carabinieri non li hanno agguantati per poco. I militari avevano accerchiato tutta la zona di vicolo Custoza, anche con una macchina sul retro, ma i malviventi sono riusciti a scappare.

Riassumendo i fatti: tutto accade intorno alle 18,15, in vicolo Custoza. A.L.R. era uscito di casa con la moglie per riportare l'auto da una sorella che abita a Casalbellotto. Quando la coppia ha fatto ritorno a casa, ha visto un'Audi nera TT nelle vicinanze della propria abitazione: "Ho fatto i fari per farla spostare, perché dovevo svoltare a destra nel vicolo e quella macchina me lo impediva", racconta A.L.R. "Quando ci siamo avvicinati alla nostra casa, abbiamo visto tre giovani, ben vestiti, uscire dalla nostra proprietà. Sembravano rappresentanti". Si scoprirà poi che sono albanesi.

Sul momento la coppia ha avuto un attimo di perplessità ma ben presto ha capito che quei tre erano malviventi, entrati furtivamente dalla porta finestra del balcone. Subito parte la chiamata ai carabinieri (chiamati anche da un vicino che aveva notato qualcosa di strano). I militari piombano in paese a bordo di una Fiat Bravo e imboccano la stessa via su cui viaggiano, in direzione opposta, i malviventi, a bordo della Audi TT nera (risultata rubata a Sassuolo, in provincia di Modena: inizialmente sembrava fosse stata asportata in Umbria perché l'intestatario era di quella regione). Questi ultimi, per cercare di evitare i carabinieri, si buttano sulla sinistra e colpiscono sulla fiancata destra una Fiat Punto grigia lì parcheggiata e anche l'auto dei carabinieri.

Uno dei malviventi viene subito arrestato. E' quello seduto dietro: la TT è un coupè, ed è complicato uscire rapidamene. Gli altri due, seduti davanti, schizzano fuori dall'abitacolo come i gatti e si danno alla fuga a piedi nella via centrale del paese: si dividono, uno va a destra, l'altro a sinistra. Parte la ricerca, vengono mobilitate tutte le auto dei militari a disposizione. Qualcuno sente colpi di arma da fuoco, forse esplosi dai carabinieri verso l'alto per intimare ai malviventi in fuga di fermarsi (i carabinieri, però, smentiscono. Non è da escludere che qualcuno abbia equivocato con i rumori provocati dalle collisioni tra gli autoveicoli).

L'albanese arrestato - K.E., 22 anni, di Milano - cerca di difendersi: "Io prima volta, prima volta. Io lavoro", dice, cercando di giustificarsi. Viene portato nella camera di sicurezza della caserma di via Cavour a Casalmaggiore, al comando dell'Arma.

Nella casa visitata dai banditi tutto è a soqquadro: "Non so esattamente cosa mi abbiano rubato", dice A.L.R. Non si può toccare nulla. Sul posto, intanto, arrivano anche l'ambulanza della Padana Soccorso, il capitano Cristiano Spadano, comandante della Compagnia carabinieri di Casalmaggiore, i militari del Nucleo operativo, per l'effettuazione dei rilievi. I soccorsi del 118 sono per due carabinieri, che nella collisione con l'auto dei ladri hanno riportato contusioni. 

Nel baule dell'Audi vengono rinvenuti diversi attrezzi da scasso. C'è anche della refurtiva, ma non quella del furto compiuto a Quattrocase, che probabilmente ha portato con se' uno dei ladri fuggitivi. Alle 20 e 30 alcuni carabinieri si allontanano rapidamente da Quattrocase: sembra ci sia stato un avvistamento in un cascinale. Sono al lavoro carabinieri di numerose stazioni: in supporto ai militari di Casalmaggiore sono arrivati militari da Ostiano, da Viadana, Sabbioneta. Presente anche il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Cesare Lenti.

Leggi di più su La Provincia in edicola mercoledì 29 gennaio

 

29 Gennaio 2014

Commenti all'articolo

  • Cittá Giurassica

    2014/02/01 - 10:10

    fino a quando lo Stato,marcio e corrotto,del quale noi non per nostra scelta ne facciamo parte, non deciderá di abrogare un disegno legge per Legittima Difesa, in Italia ci martorieranno di furti. Se potessimo bloccarli in casa a pistolate, i furti diminuirebbero.Un proiettile nel c u l o a nessuno piace prenderlo.

    Rispondi

  • arcelli

    2014/01/29 - 11:11

    Cosa dice a tal proposito l'inutile figura nera del Governo?ah giá,ma lei partecipa solo a ricchi pranzi e convegni,sará in Sicilia a mangiare a sbaffo magari,ricordando i suoi simili più sfortunati costretti a duri e difficili sbarchi

    Rispondi

  • Antonio

    2014/01/29 - 10:10

    Altro che settimana... Andrà a finire che chiederanno il risarcimento per danni morali e la pensione di invalidità perché con questo grosso spavento non saranno più in grado di andare a rubare!!! Delinquenti di m..... Questo è il contributo che danno all'Italia per averli ospitati???

    Rispondi

  • Pi

    2014/01/29 - 09:09

    Mi piacerebbe sapere a cosa serve dare le armi alle forze dell'ordine se poi non possono usarle.

    Rispondi

  • M

    2014/01/29 - 07:07

    Ma scherzi sparare a dei delinquenti ?!?!? Qui in Italia ti danno l'ergastolo (non se succece il contrario ovviamente). Poverino lui lavora, quindi andava a rubare per divertimento. Ma va a cipa i rat delinquent de m..da. Hanno distrutto 3 auto, rubato a destra e sinistra, sono pericolosi, penso che tra una settimana sono liberi!!!

    Rispondi

Mostra più commenti