il network

Venerdì 23 Febbraio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Avis: l’importanza di donare

Avis: l’importanza di donare

Su tutto il territorio italiano sono presenti sedi dell’associazione AVIS, che si occupa della raccolta e della fornitura di sangue agli ospedali e alle cliniche. Mediamente sono presenti 35 donatori ogni 1000, uomini e donne dai 18 ai 60 anni.

Ecco l’intervista a S., donatore AVIS da ormai quasi 10 anni.

Perché è importante donare il sangue? Innanzitutto bisogna dire che donare il sangue è un gesto di grande solidarietà. Forse non tutti sanno che il sangue non è riproducibile in laboratorio, per questo senza l’ausilio dei donatori AVIS non sarebbe possibile eseguire operazioni senza mettere a rischio la vita del paziente. Tutti un domani potremmo avere bisogno di una trasfusione, infatti in Italia mediamente sono richieste circa 8000 unità di sangue al giorno.

Chi può donare il sangue? Il sangue può essere donato da tutti gli uomini e le donne in buona salute tra i 18 e i 60 anni. Per poter diventare donatori è necessario pesare più di 50kg e non bisogna avere malattie trasmissibili per vie ematiche.

Donare il sangue è dannoso per la salute? Grazie all’accurata attenzione dei medici la donazione di sangue non comporta alcun rischio, esistono infatti precise disposizioni che ne regolano la raccolta. L’importante è non privare il proprio organismo di troppo sangue e fare controlli periodicamente.

Qual è il tipo di sangue più richiesto? Il gruppo più diffuso in Italia è il gruppo A, ma il più richiesto è lo 0-, poiché può donare a tutti i gruppi, ma può ricevere solo da sé stesso.

03 Giugno 2017