il network

Lunedì 29 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY. CEV CUP

Pomi'-HPK Hämeenlinna 3-0 (25-18; 25-18; 25-17)

Pronto riscatto, dopo il ko in casa con Novara, delle ragazze di Caprara che al PalaRadi hanno rifilato un netto 3-0 alle finlandesi di Chiappini

Pomi'-HPK Hämeenlinna: PalaRadi ore 20,30

Jovana Stevanovic

CREMONA - Vittoria rotonda doveva essere e vittoria rotonda è stata per la Pomì Casalmaggiore che nonostante due set poco brillanti dal punto di vista della prestazione non ha faticato a sbarazzarsi delle finlandesi di Hameenlinna chiudendo in tre set ed ipotecando il passaggio del turno ai quarti di finale di coppa Cev (dove verosimilmente troverà Stoccarda che ha superato 3-0 Prostejov).

La prima sorpresa è l'assenza di Lauren Gibbemeyer mentre Caprara ripropone capitan Tirozzi in sestetto accomodando Guerra in panchina ed inserendo Zuleta per l'assente Gibbemeyer con Chiappini che conferma le previsioni della vigilia.

1 set - l'avvio delle campionesse d'Europa è contratto con la ricezione che fatica a trovare continuità e qualche errore di troppo a tenere in partita Hameenlinna che senza strafare resta a contatto sino al primo break firmato da Zuleta per l'8-6 del time out tecnico. La Pomì gira bene in cambio palla con Fabris perfetta (100% su 5 attacchi) ma non riesce mai a chiudere a muro e litiga con il servizio concedendo alle ospiti un insperato testa a testa prima che l'ace di Stevanovic propizi il massimo vantaggio per il 15-12 prontamente rintuzzato dalle finlandesi per il 16-14 della sospensione. Nella sagra dell'errore la Pomì prima commette i due del 16-16 poi beneficia di quelli che valgono il 18-16 e all'ennesimo regalo ospite Chiappini ferma i giochi sul 20-17. Il vantaggio permette alla Pomì di non finire in bagarre anche perchè Hameenlinna non smette di commettere errori e Bosetti chiude il parziale con la pipe del 25-18.

2 set - l'attacco, unico fondamentale positivo del primo parziale, frena l'uscita dai blocchi della Pomì (2-3) prima che Zuleta metta in croce la seconda linea finlandese dal servizio ipotizzando la fuga sul 6-3 del time out Chiappini. Non fai tempo a pensare ad un set più "morbido" che la Pomì infila gli errori del 6-6 prima di tornare a spingere ritrovando il 9-6 confortevole con Stevanovic. Hameenlinna sembra accusare il colpo e fatica a riprendersi finendo lontana sul 12-7 del secondo time out Chiappini ma la Pomì, anche in questo secondo set, non risparmia gli errori e pur mantenendosi a distanza non assesta il colpo del ko tornando in panchina sul 16-12 della sospensione. La sensazione è giusta e bastano due disattenzioni e la solita ricezione ballerina per riaprire definitivamente il set sul 18-17. Nel momento più complicato la Pomì ridà quadratura al proprio gioco attaccando bene e tenendo il servizio quel tanto che basta per infilare il parziale che la conduce al 2-0 con due punti di Zuleta a chiudere sul 25-18.

3 set - il copione cambia di poco, la prova autoritaria della Pomì stenta ad arrivare ed anche nel terzo parziale Hameenlinna riesce a tenersi a galla sugli errori in ricezione delle padrone di casa e sulla buona vena offensiva di Mayfield e socie che tengono l'equilibrio prima del 9-7 del fallo di formazione. Il turno al servizio di Tirozzi vale l'allungo sull'11-7 ma una spenta Fabris (sostituita da Turlea) e i soliti errori agevolano il rientro ospite sino all'11-10. Il servizio torna a fare la differenza con gli ace di Lloyd e Stevanovic, Hameenlinna non trova più la via del punto e Zuleta ci mette il punto esclamativo per il 19-12 che sembra già una mezza sentenza. Peric concede la standing ovation a Lloyd mentre Zuleta corre verso il titolo di mvp con due aces (23-13) prima dell'errore di Mayfield del 25-17.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

08 Febbraio 2017