il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY SERIE A FEMMINILE

Il Bisonte Firenze - Pomi Casalmaggiore 1-3 (25-19, 19-25, 15-25, 21-25)

Vittoria in rimonta per la Pomì che ora ha un calendario favorevole

Il Bisonte Firenze - Pomi Casalmaggiore ore 17

I tifosi della Pomì Casalmaggiore

FIRENZE - Un primo set claudicante e poi un allungo prepotente consentono alla Pomì Casalmaggiore di vincere in rimonta sul campo ostico del Bisonte Firenze confermando lo stato di crescita ipotizzato dopo il 3-0 rifilato a Bergamo giovedì. Una prova di carattere, oltre che una buona prova tecnico-tattica, quella di Casalmaggiore che è riuscita a correggere la rotta grazie all'ingresso provvidenziale di Pincerato per Radenkovic oltre alla prova strepitosa di Rahimova (25 punti con il 44%) e alla prova in crescendo di Mio Bertolo (12 punti con 5 muri). Altri tre punti che ingrassano la classifica e lasciano aperto uno scenario dolce visti i prossimi impegni (Cuneo domenica e Filottrano mercoledì prossimo, entrambe al PalaRadi).

Starting six

Il Bisonte Firenze: Dijkema, Santana, Popovic, Lippmann, Sorokaite, Alberti, Parrocchiale (L).

Pomì Casalmaggiore: Radenkovic, Marcon, Kakolewska, Rahimova, Carcaces, Mio Bertolo, Spirito (L).

1 set - la Pomì cancella in avvio tutte le buone cose fatte vedere con Bergamo faticando terribilmente in cambio palla ed in correlazione muro-difesa per l'8-5 toscano prima che Gaspari perda la pazienza e sull'ennesimo errore fermi i giochi sul 10-6. Rahimova è l'unica a tenere a galla una Pomì decisamente sbiadita ma gli errori marchiani e l'inefficacia del muro-difesa ospiti vanificano la gran giornata dell'azera per il 15-11. Le rosa riescono a produrre, al massimo, un paio di palle di ricostruzione per il -1 ma non danno mai la sensazione di viaggiare alla velocità delle toscane e finiscono lontane senza creare i presupposti per riprendere le redini nel set. Gray entra per Carcaces ma Kakolewska non legge mai Dijkema ed il finale non cambia con Il Bisonte che chiude sul 25-19.

2 set - Pincerato passa subito la paletta a Radenkovic e nonostante il pessimo momento di Marcon la Pomì riesce a tenersi avanti diventando più ficcante in battuta e affidandosi alla solita, inarrestabile Rahimova. Proprio la battuta diventa un fattore perchè con Dijkema fuori dai tre metri Firenze diventa poco pericolosa e la Pomì raccoglie a muro per il 10-13 del time out Caprara. Firenze perde fiducia mentre la Pomì ne guadagna sapendo di avere in Rahimova una sentenza in attacco e spingendosi sul 13-19 proprio grazie ai colpi dell'opposta. Il finale di set è scritto e Casalmaggiore pareggia i conti sul 19-25.

3 set - il rischio è dipendere da Rahimova ma nonostante la azera si incarti un po' in avvio di terzo set la Pomì riesce comunque a tenere fuori partita Firenze sino al 5-8 del muro subito da Lippmann. Caprara non ne può più e ferma i giochi sull'ennesimo pasticcio toscano che vale il 6-10 ma è costretto a ripetersi sul muro di Mio Bertolo che lancia Casalmaggiore sul 9-14. Dijkema è completamente nel pallone mentre la Pomì vola sulle ali dell'entusiasmo con Mio Bertolo ottima dai nove metri e a muro per il 10-18 che sembra l'antipasto del 2-1 ospite. Rahimova ci mette due bordate, Mio Bertolo i muri ed ecco che il passivo definitivo diventa ancor più pesante per il 15-25.

4 set - con Firenze alle corde è la Pomì a concedere il rientro alle toscane iniziando il set con mille pasticci. Il Bisonte non scappa ma sul 9-7 Gaspari fiuta il pericolo e ferma i giochi per cercare di richiamare all'ordine le proprie ragazze. Il time out sortisce l'effetto sperato perchè pare che lo scettro dell'errore passi di mano con Firenze che sporca il proprio gioco regalando alla Pomì punti ed occasioni facili per piazzare il 6-1 che vale il 10-13 del time out Caprara. Rahimova picchia per spingere le ospiti sul 13-17 ma nel momento migliore la Pomì rallenta pericolosamente concedendo a Sorokaite e socie il rientro per il 16-17 del time out Gaspari. Gli errori marchiani di Carcaces spingono avanti Firenze e tolgono la cubana dal campo per Gray con la Pomì che sembra rimettersi in carreggiata sul 18-20 del time out Caprara. Gray è chirurgica, la Pomì non si volta più e Mio Bertolo va in fast con muro a zero per chiudere sul 21-25.

04 Novembre 2018