il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

Pomì, altra vittoria al PalaRadi: Brescia superata al tie break

Casalmaggiore vince 3-2 (18-25, 25-17, 25-21, 18-25, 15-8) non senza fatica contro una avversaria ostica

Pomì, lunedì 24 agosto si parte con le prelazioni

CREMONA - Bella a tratti, macchinosa in altri frangenti, vincente quando serve ed è questa la cose che conta di più. La Pomì conferma di avere nel PalaRadi il proprio fortino inespugnabile respingendo l'assalto di Brescia non senza faticare e dovendo ricorrere al tie break per evitare di alzare bandiera bianca. Al termine di un match altalenante però la Pomì mantiene una costante, la vittoria interna, che resta particolare non banale specie contro un avversario che già prima di ieri e, a maggior ragione per quanto visto al PalaRadi, potrà dare fastidio a molti.

STARTING SIX
Pomì Casalmaggiore: Mio Bertolo, Bosetti, Arrighetti, Carcaces, Pincerato, Rahimova, Spirito (L).
Banca Valsabbina Millenium Brescia: Rivero, Di Iulio, Villani, Washington, Nicoletti, Veglia, Parlangeli (L).
Arbitri: Feriozzi e Turtù.

1 set - ennesima sorpresa di coach Gaspari che risparmia Kakolewska, fermata dall'influenza, a vantaggio di Mio Bertolo e conferma le impressioni della vigilia con Pincerato in campo per Radenkovic, vittima di una botta alla mano destra in allenamento mentre Mazzola tiene in panchina ancora Pietersen confermando Villani in campo. Le rosa partono ad handicap frenate dagli errori di Carcaces e dal pessimo lavoro del muro-difesa (2-5) e faticando molto a limitare la fase di cambio palla avversaria. L'ottima vena di Pincerato, brava a chiamare in causa i centrali, permette alle rosa di conservare lo svantaggio ma non basta per creare le premesse del rientro ed anzi bastano due break point alle bresciane per scappare (8-13) ed indurre Gaspari al time out. Villani spreca il colpo del ko spedendo out il possibile 9-16 con muro a uno concedendo alla Pomì di tornar sotto sino al 13-16 ma Pincerato stecca due palloni cruciali e Brescia si allontana ancora per il 13-18 del time out Pomì. L'ace di Rahimova sul 17-21 è il massimo che Casalmaggiore riesce a produrre finendo sotto sul 18-25.

2 set - Gaspari lancia nella mischia Kakolewska per Mio Bertolo ma sono i turni al servizio di Rahimova e Carcaces a mettere in croce le bianconere per l'8-3 con Pietersen che passa la paletta a Villani. Un paio di situazioni dubbie prendono la strada di Casalmaggiore dando ossigeno ad una Pomì in affanno (14-9) ma Brescia conferma di avere buon piglio e soprattutto di sapere infierire sul disastroso muro-difesa di Casalmaggiore per il 14-12. Battuta (ace di Rahimova, tre errori per Brescia) ed errori tengono avanti la Pomì anche aldilà dei propri meriti (22-15) aprendo la via per un finale di set tranquillo chiuso da Rahimova con l'appoggio del 25-17.

3 set - ti illudi che Casalmaggiore si sia sbloccata e la Pomì rientra con il 4-8 replicando i difetti evidenziati nei primi due set. Mazzola tende la mano alle padrone di casa sprecando un check su palla giocabile e prendendosi il giallo e con i gentili omaggi di Nicoletti e Veglia la Pomì accende i motori agganciando le ospiti a quota 10. E' la scintilla che accende le pantere brave a sfruttare il momento positivo aggiungendo al repertorio, finalmente, muri e difese che esauriscono i time out di Mazzola e trascinano Casalmaggiore sul 16-12. Potrebbe essere tutto semplice e invece le rosa provano a complicarsi la vita un paio di volte, complice anche una macroscopica svista arbitrale (19-17), ma Brescia non resta a guardare e ci mette del proprio lasciando campo al 25-21.

4 set - Arrighetti e compagne capiscono che serve aggredire il set per non complicarsi la vita ed evitare di mettere in discussione i tre punti e cercano di prendere subito margine (8-5). Brescia ha il merito di non farsi prendere dallo sconforto continuando a giocare la propria pallavolo e la Pomì premia le bresciane lasciando sempre aperto uno spiraglio per la rimonta. L'aggancio arriva a quota 11, il sorpasso sul 14-15 e della Pomì pare non esserci più traccia. Rahimova non passa più il muro, il gioco di Pincerato si fa scontato e l'errore abbonda sino al 15-20 che manda in campo Cuttino per la azera. Gray passa la paletta a Carcaces ma le nuove entrate fanno poco se non sbagliare macroscopicamente il proprio turno al servizio in una depressione generalizzata che produce il 18-25 che trascina la contesa al tie break.

TIE BREAK - Rahimova bombarda per tenere avanti Casalmaggiore sul 5-2 ma sono troppe le imprecisioni rosa e altrettante sono le buone giocate ospiti per il 6-5. Bosetti è cruciale nel nuovo allungo rosa sul 9-5 e quando la Pomì ci mette muro e coperture ecco che il vantaggio diventa ancor più consistente a ridosso di quota 15 sul 12-7. Brescia ci prova ma due muri perentori sbarrano la strada alle ospiti e valgono il 15-8.

02 Dicembre 2018

Commenti all'articolo

  • Fabio

    2018/12/02 - 19:07

    Grande Pomi'! La vittoria fa sempre morale! Speriamo si continui con questo passo!

    Rispondi