il network

Domenica 24 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE

Altro ko per la Pomì, battuta 3-2 dalla Zanetti Bergamo

Terza sconfitta consecutiva per le ragazze di Gaspari

Zanetti Bergamo-Pomì Casalmaggiore ore 20.30

BERGAMO - Non si può dire sia crisi ma il terzo ko consecutivo incassato dalla Pomì Casalmaggiore, reso meno amaro dal fatto che a Bergamo sia servito il tie break per schiantare le rosa, di certo perpetua un periodo negativo dal quale serve necessariamente uscire sabato nell'anticipo televisivo del palaRadi con Firenze. Al PalaAgnelli una Pomì a due facce ha messo in mostra prima il peggio di sé giocando senza costrutto, disunita e con scarsa aggressività e subendo il giusto 2-0 locale; dal terzo set in avanti, con gli ingressi di Cuttino e Gray e con una ritrovata Bosetti, si è rivista una Pomì  grintosa e determinata capace di ribaltare l'inerzia e condurre il match al tie break. Al quinto set la roulette russa ha detto bene alle padrone di casa che dal servizio hanno scavato il primo solco mantenuto ed aumentato sino al 15-9 finale.

STARTIN SIX

ZANETTI BERGAMO: Carraro, Courtney, Olivotto, Smarzek, Mingardi, Tapp, Sirressi (L).

POMI' CASALMAGGIORE: Pincerato, Bosetti, Arrighetti, Rahimova, Carcaces, Kakolewska, Spirito (L).

1 set - avvio decisamente da dimenticare per la Pomì che fatica più del dovuto in cambio palla e, salva qualche soluzione isolata, non tiene a muro una Zanetti decisamente più pimpante. Il servizio di Mingardi scava il solco che sull'8-4 induce Gaspari al time out. Pessima selezione dei colpi d'attacco, scarsa aggressività ed ancor meno lucidità sono gli ingredienti che mandano in campo Radenkovic per Pincerato e che esauriscono i time out di Gaspari sul 10-5. Le rosa restano aggrappate solo alla verve di Rahimova che in attacco ed al servizio evita che Bergamo aumenti il margine di vantaggio costringendo al time out Bertini. La azera è però l'unica nota positiva di un primo set decisamente rivedibile condito da errori ed incomprensioni che impediscono alla Pomì di approfittare delle concessioni orobiche. L'invasione di Carcaces è il degno epilogo del parziale per il 25-20.

2 set - il rientro della Pomì sembra promettente con Carcaces che dà segnali di vita, Rahimova che continua a martellare e Bergamo che abbassa la propria efficacia per il 4-7. Bosetti litiga però col muro avversario, Radenkovic ci mette la doppia che la panchina per Pincerato ed ecco che sul 9-9 Gaspari è costretto al time out. Si innesca dunque il punto a punto che preoccupa i tifosi rosa perchè Rahimova manda qualche segnale di cedimento (due errori consecutivi) e Bergamo sembra avere le idee più chiare su come chiudere positivamente il parziale. Gaspari tuona nel time out del 21-19 ma al rientro Rahimova subisce il muro di Acosta ed il viatico non subisce inversioni sino al 25-22 di Smarzek che mette la Pomì spalle al muro sul 25-22.

3 set - la Pomì sembra non dare segnali di vita al rientro con Gaspari che manda in campo Cuttino per Rahimova e, a stretto giro, Gray per Carcaces. I cambi sembrano pagare perchè, complice anche qualche errore di Bergamo, le rosa impattano a quota 8 e costringono Bertini al time out. Le rosa mettono avanti la testa e tengono a bada le scorribande di Acosta e Smarzek per il 13-11. Cuttino mette in mostra tutta la propria fisicità esplodendo colpi imprendibili per trascinare la Pomì sul 19-16 che obbliga la panchina ospite ad esaurire le sospensioni. Bergamo perde definitivamente contatto col set mentre la Pomì sfoggia colpi d'alta scuola chiudendo con ampio margine e riaprendo di fatto il match sul 21-25.

4 set - la Zanetti sembra aver accusato il colpo perchè al rientro senza far nulla di eccezionale la Pomì manda in crisi le orobiche con le disgraziate soluzioni di Courtney che regalano il 2-5 del time out Bertini. Se la Pomì non è in fuga solitaria è solo per qualche errore di troppo al servizio perchè le padrone di casa sbagliano l'impossibile agevolando il lavoro di una discreta Pomì. Il set non è mai in discussione con Bosetti che conferma di essere entrata definitivamente in partita picchiando duro e spedendo le rosa sul 12-20 prima della chiusura sul 17-25 che vale il tie break.

TIE BREAK - il servizio di Carraro e Acosta punisce la seconda linea di Casalmaggiore portando Bergamo sul 7-3 ma le rosa rientrano subito in gara per il 7-5. Il margine però non si assottiglia sotto i due punti di svantaggio e quando anche Bosetti perde colpi per Casalmaggiore non c'è più nulla da fare. Il 15-9 certifica il terzo ko consecutivo per le rosa.

09 Gennaio 2019