il network

Mercoledì 22 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


VOLLEY A FEMMINILE

La E' Più Pomì schianta Scandicci 3-1 (26-24, 25-20, 17-25, 27-25)

Al PalaRadi sfata il tabù grandi prendendosi tre punti e rilanciandosi a ridosso delle prime con Pincerato e Spirito ottime

La E' Più Pomì schianta Scandicci

CREMONA - La E’ Più Pomì firma l’impresa prendendosi i tre punti con Scandicci, salendo al quinto posto e sfatando il tabù grandi grazie al successo sulla terza forza del torneo. Una vittoria rotonda e meritata, mai in discussione, ottenuta con una prestazione fatta di qualità ed intensità, caratteristiche che, per un motivo o per l’altro erano venute meno nell’ultimo mese. Pincerato e Spirito ottime.

STARTING SIX 

E' Più Pomì Casalmaggiore: Pincerato, Bosetti, Arrighetti, Cuttino, Carcaces, Kakolewska, Spirito (L).

Savino del Bene Scandicci: Malinov, Adenizia, Haak, Stevanovic, Bosetti, Vasileva, Merlo (L).

1 set - le rosa tengono in avvio (3-1) ma alla prima sbandata sembrano sciogliersi con Kakolewska protagonista di due errori macroscopici a lasciar campo a Scandicci per il 3-6 del time out Gaspari. Scandicci tende la mano alle padrone di casa con gli errori che ristabiliscono l'equilibrio prima dell'ace fortunato di Pincerato per il 9-8. Cuttino, dopo un avvio lento, si infila bene nella diagonale di posto uno avversaria e stampa Vasileva per il 13-10 del time out ospite. Lucia Bosetti è chirurgica in attacco e a muro per l'aggancio (16-16) ma la sorella risponde a tono e tiene avanti l'E' Più Pomì prima del finale in bagarre. E' proprio un muro perentorio di Caterina ad indurre Parisi al secondo time out sul 23-20 con Kakolewska che regala in primo tempo tre set point a Casalmaggiore. Gli errori di Gray, entrata al servizio sulla polacca, e Bosetti valgono il time out Gaspari sul 24-23. Cuttino si iscrive alla sagra dell'errore per il 24-24 ma Caterina chiude i conti col fendente da posto quattro ed il muro a uno su Haak.

2 set - Casalmaggiore sembra prendere di petto l'avversario con il 4-0 che apre il secondo parziale ma le rosa esauriscono subito la spinta inerziale e concedono alle toscane il 4-5 del time out Gaspari. Ancora una volta, nel momento più difficile, le rosa non crollano e tornano a giocare un'ottima pallavolo rispondendo colpo su colpo alle avversarie tenendo sempre il vantaggio di un break. L'errore di Cuttino cambia il padrone del break di vantaggio ma Scandicci non ne approfitta e rende subito il testimone all'E' Più Pomì che con un paio di difese strepitose di Spirito ricostruisce il vantaggio sul 16-13 del time out ospite. Le toscane non trovano più soluzioni mentre Casalmaggiore vola sulle ali dell'entusiasmo firmando il 19-14 che manda in campo Caracuta per Malinov. Il set sembra in discesa e invece le rosa aprono la sagra dell'errore sino al 19-18 del time out Gaspari. Il set perde qualcosa in qualità ma ne guadagna in agonismo prima che la E' Più Pomì innesti di nuovo la marcia superiore e schianti Scandicci con il 5-1 che vale il 25-20 del 2-0.

3 set - Scandicci non può più rimandare l'ingresso in partita e azzanna il parziale con lo 0-4 perentorio. La E' Più Pomì di oggi non si lascia scoraggiare e pallone dopo pallone costruisce il rientro sino all'ace di Kakolewska che vale il 7-7. La nuova sfuriata delle toscane produce l'8-12 che pare irrecuperabile ma le rosa sono sempre sul pezzo e ricuciono ancora lo strappo per il 14-14 ma faticano a dare continuità al proprio gioco e finiscono nuovamente a distanza sul 14-18 che vale il time out Gaspari. Stavolta non c'è margine per una rimonta prodigiosa con Cuttino ormai in discesa libera e Scandicci che passa a piacimento sino al 17-25 che tiene aperta la contesa.

4 set - per non rischiare di vanificare una prestazione fin qui maiuscola la E' Più Pomì ha bisogno di rilanciarsi prontamente e lo fa con un ingresso portentoso nel set. Il 5-1 fulminante con i muri di Kakolewska promette bene ma Scandicci non si scompone e approfitta delle fisiologiche amnesie di Casalmaggiore per riportarsi a portata di break point ed agganciare sull'8-8 che sembra già aver esaurito la verve delle padrone di casa. Cuttino è fuori dal match e solo Carcaces risponde con profitto agli inviti di Pincerato prima che Scandicci metta la freccia con Haak sul 10-11. Le toscane sono un treno in corsa mentre le rosa sembrano non uscire più dallo stato di appannamento prolungato con Gaspari che ferma i giochi sul 12-14. Ci si prepara al tie break ed invece le ragazze di Gaspari rianimano il PalaRadi con Cuttino, una delle peggiori fino a questo punto, che piazza tre punti consecutivi per il 17-14 che ribalta il parziale. Mitchem entra per Vasileva e fa subito male alle rosa con tre punti consecutivi (18-17) ma l'ace di Carcaces ristabilisce le distanze (21-18). Gli errori di una Gray disastrosa (quattro palloni toccati, quattro punti regalati a Scandicci) e di Cuttino forzano il time out Gaspari sul 21-21. Il batti e ribatti si trascina sino alle battute finali e al terzo match point una Carcaces strepitosa chiude i conti con il 27-25 che vale l'aggancio a Busto Arsizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Febbraio 2019