il network

Venerdì 26 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione


PATTINAGGIO SUL GHIACCIO

Laura Peveri campionessa del mondo junior nella categoria 'Mass Start'

Bissato il successo della scorsa settimana in Coppa del Mondo

Laura Peveri campionessa del mondo junior nella categoria 'Mass Start'

Laura Peveri

BASELGA DI PINE' - Nel cuore della pianura padana è nata una stella del pattinaggio sul ghiaccio. Laura Peveri è diventata campionessa del Mondo ai Mondiali Junior nella Mass Start, bissando la vittoria in Coppa del Mondo, sempre Mass Start dello scorso weekend.

Laura Peveri, ha conquistato un oro storico: nelle precedenti 48 edizioni della rassegna iridata riservata agli under 19, che solo negli ultimi anni ha inserito anche le prove Mass Start e le gare a squadre, l’Italia non aveva mai conquistato un titolo mondiale. Ma non solo, nelle distanze singole 500,1000,1500 e 3000 metri, la Peveri ha ottenuto nella classifica all round il sesto posto mondiale, prima della categoria Junior B, dietro a cinque atlete più vecchie di lei tutte Junior A.

I mondiali di pattinaggio su ghiaccio si sono svolti sull’ovale del Ice Rink Pine di Baselga di Piné (Tn), gli stessi della terza tappa della Coppa del Mondo, in giornate splendide, con temperature quasi primaverili e un ghiaccio perfetto per un impianto outdoor,

Le gare prime gare sono state sulle distanze dei 500 e 1500 metri, e qui si è capito subito che Laura era in ottime condizioni fisiche e mentali, infatti nei 500 ha fatto un ottimo tempo con 41.453” di due centesimi superiore al suo personale, realizzato sulla velocissima pista indoor di Salt Lake City nel marzo 2018, poi nella 1500 di nuovo un ottimo tempo con 2:08.854 chiudendo in classifica della 1500 al 9° posto su 46 atlete iscritte.

Il giorno seguente le gare sui 1000 e 3000 metri. La Peveri nei 1000 metri è arrivata 17.ma (sempre su 46 atlete), con il tempo di 1:21.836. Giova ricordare che la 500 e la 1000 metri sono distanze da sprinter e Laura si è difesa molto bene essendo lei una mezzo fondista/fondista. Nei 3000 metri, distanza per lei congeniale, è arrivato un 7° posto con l’ottimo tempo di 4:22.688.

Al termine di queste due giornate la classifica generale all round vedeva Laura piazzarsi al 6° posto assoluto mondiale e prima delle Junior B, e per lei questo è un grandissimo risultato.

Domenica, ultimo giorno del mondiale, la tanto attesa gara Mass Start, gara di gruppo su 10 giri di pista. Partenza alle 16.00 con un ghiaccio perfetto. Ben 30 le atlete in gara, e in queste condizioni Laura ha di nuovo sfoderato tutta la sua esperienza maturata nelle gare su rotelle, attuando una tattica di copertura, curando le forti atlete olandesi, cinesi e polacche. A due giri dal termine si è staccato un gruppetto di testa tentando la fuga, ma Laura all’ultimo giro ha effettuato il sorpasso ed è passata a condurre la gara tirando la volata sullo sprint finale bruciando sull’arrivo la forte cinese Yuhan Ma seconda e la forte olandese Robin Groot terza.

“Sono al settimo cielo, era l’obiettivo della stagione che mi ero prefissata - ha detto Laura Peveri con la medaglia d’oro al collo. È un’emozione grandissima vincere sulla pista di casa davanti ai miei tifosi“. Per Laura, sesta al termine delle quattro distanze all round, si tratta della seconda medaglia mondiale in carriera dopo il bronzo del 2018 conquistato sempre nella Mass Start a Salt Lake City.

“Laura con la vittoria di oggi ha messo la ciliegina su un mondiale e su una stagione davvero strepitosi per la nostra Nazionale. Abbiamo preparato questo appuntamento con grande attenzione e i risultati ci hanno dato ragione, ne siamo molto contenti – le parole dell’allenatore azzurro Enrico Fabris -. Il successo della Peveri è la risposta ai suoi sacrifici e a quelli della sua famiglia: si è trasferita, si è dedicata completamente al ghiaccio, ha fatto anche fatica in certi momenti, ma questo successo la ripaga di tutto. La sua emozione e la sua felicità sono anche quelle dello staff tecnico che l’ha seguita”.

Grandissima la commozione all'arrivo, l'abbraccio al padre Stefano e le calde lacrime che sono scese in un pianto liberatorio. Ad attenderla all'arrivo anche la sua storica allenatrice sulle rotelle, Brunella Bertoli e Michele Cortesi, increduli per questo splendido successo, di uno “scricciolo” che ha iniziato sull'asfalto della pista di Cremona con l'Eridania e poi con la RedBlack.

Questi risultati confermano quanto da anni stiamo dicendo di questa atleta, umile, generosa, con un grandissimo talento, sempre pronta ad ascoltare i suggerimenti degli allenatori, che corre con il cuore e con la testa.

Laura si è trasferita a Baselga di Piné lo scorso settembre per potersi allenarsi al meglio su ghiaccio, questo ha comportato il cambio della scuola ed ora frequenta la quarta Linguistico presso il liceo “Marie Curie” di Pergine Val Sugana con ottimi risultati. Sul ghiaccio Laura corre per la società Circolo Pattinatori Piné storica società Pinetana che quest’anno compie 70 anni di vita in ambito FISG.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Febbraio 2019